ancelotti presentazione-real
Il tecnico in conferenza stampa: "Sarà una grande stagione per i blancos. Allenare qui è il sogno di chi ama questo lavoro".

L’avventura di Carlo Ancelotti al Real Madrid è iniziata questa mattina, con la presentazione ufficiale al mondo ‘blancos’. L’ex del Milan (quello che con la maglia dei rossoneri rifilò una sberla in Coppa Campioni alle ‘merengues’ nel 1989) ha preso il posto di Mourinho (già dimenticato) e proverà a portare al Bernabeu la decima Champions. Il primo pensiero va al Paris Saint Germain ed è un po’ come chiudere la porta e lasciarsi il passato alle spalle: “Voglio ringraziare la società, i giocatori ed i tifosi del Psg per la bellissima esperienza ed i risultati raggiunti”. Nessun pericolo che gli sfugga una lacrima, semmai rischia d’essere sopraffatto dall’emozione perché sa d’essere arrivato al clou della sua carriera. “E’ un onore poter allenare il club più prestigioso al mondo, è il sogno di chi ama questo lavoro”. Saluti, baci e abbracci sono rituali. E la stretta di mano del presidente, Florentino Perez, rompe l’incantesimo. Lo riporta alla realtà e lo conduce verso la nuova avventura. Non ha bisogno che gli spieghino onori e oneri. “Il mio obiettivo qui è chiaro, vincere giocando con una calcio spettacolare. Questa è la tradizione di questo club. Dobbiamo giocare un calcio che renda felice i nostri tifosi. Questa stagione sarà una grande stagione per il Real”.

 

Tratto da

Fanpage

Commenti

Potrebbero interessarti