bayern juve

Bayern Monaco - Juventus 2-0. Juventus annichilita dal Bayern Monaco che ha dominato l'andata dei quarti di Champions League all'Allianz Arena.

Juventus sotto già dopo venti secondi con un tiro non irresistibile di Alaba, ma Buffon non è più quello del mondiale 2006 e purtroppo stasera si è visto. Fin troppo.
Nel corso del primo tempo la Juventus non ha quasi mai visto la porta di Neuer; solo due tiri per i bianconeri, uno di Vidal fuori di poco e l'altro di Bonucci di testa su calcio d'angolo, poi nient'altro. Difesa della Juve a tratti imbarazzante. Centrocampo superato non più di 3 volte e mai con più di tre passaggi di fila. Un disastro assoluto.
Il Bayern invece ha rischiato di chiudere il primo tempo con tre gol di scarto, con i vari Robben (subentrato a Kroos infortunato dopo meno di 15'), Muller, Mandzukic e Ribery. Fortunatamente per Buffon e compagni, il primo tempo si è chiuso con un solo gol di scarto.

Nel secondo tempo il copione non è cambiato. Bayern all'attacco e Juventus rintanata in difesa, non tanto per paura dell'avversario, quanto per la superiorità di Ribery e compagni che non davano possibilità di creare un'azione degna di tale nome alla squadra di Conte. Pirlo, è stato di fatto, praticamente inesistente. Al 63' arriva il doppio vantaggio per la squadra di Heinckes, per la verità in fuorigioco con Muller, ma anche in questo caso Buffon non è stato all'altezza del suo ormai lontano passato da numero 1 del mondo. Tiro debole a girare di Gustavo, Buffon respinge sui piedi di Mandzukic che appoggia per Muller tutto solo. Solo al 72' minuto, con Vucinic e Giovinco in campo, per Matri e Quagliarella (non pervenuti), si è vista un'azione con tiro di Vidal, per il resto il nulla assoluto.

Sul finale altre occasioni del Bayern Monaco, che avrebbe meritato di chiudere il discorso quarti di finale, ma la Juve è fortunata e finisce 2-0. Mercoledì prossimo il ritorno allo Juventus Stadium.

Nell'altra gara dei quarti, il Psg ha pareggiato 2-2 contro il Barcellona, con reti di Messi, Ibrahimovic, Matuidi e Xavi.

Commenti

Potrebbero interessarti