I giocatori della nazionale nigeriana, questa mattina, non si sono imbarcati sul volo che avrebbe dovuto portarli da Johannesburg fino in Brasile per disputare la Confederations Cup.

La Nigeria è inserita nel gruppo B con Spagna, Uruguay e Tahiti. Proprio contro quest'ultima dovrebbe fare il suo esordio il 17 giugno alle 21:00 (ora italiana) a Belo Horizonte.

All'origine della mancata partenza una disputa sui premi partita: non è stato ben accetto il 'taglio' sulla ricompensa dovutagli per il pareggio contro la Namibia e il successo sul Kenya valevoli per le qualificazioni mondiali dell'area africana. A questo si aggiunge un problema legato ai gettoni di presenza per la Confederations Cup: ogni componente della rosa avrebbe dovuto ricevere un incentivo di 10.000 dollari, ma la Federazione nigeriana ha fatto sapere che non riuscirà a pagare tali cifre in quanto al momento a corto di soldi.

Intanto gli organizzatori della Confederation Cup aspettano gli sviluppi di questa vicenda, e nonostante la speranza che si risolva positivamente, stanno cercando delle soluzioni alternative affinchè non venga rovinata la manifestazione che dovrebbe cominciare il 15 giugno con la gara inaugurale tra Brasile e Giappone.