Con una delibera approvata dalla giunta, su proposta dell’assessore allo sport Barbara Cavandoli, Firenze sosterrà la candidatura dell’Italia quale nazione ospitante dei campionati europei di calcio 2016, mettendo a disposizione, previo accordo con la Fiorentina, lo stadio Artemio Franchi e le aree limitrofe di proprietà pubblica.
C_2_ContenutoGenerico_22312_upiImageNewsTopLa delibera prevede, che in caso di assegnazione degli europei all’Italia e l’accoglimento della candidatura di Firenze, l’intervento di adeguamento dello stadio Franchi agli standard richiesti dall’Uefa.
Gli interventi di restyling riguardano la copertura totale, la riduzione della capienza dovuta alla necessità di ricavare spazi aggiuntivi per i media e l’area ospitalità con realizzazione di nuove strutture; 40 nuovi shy box posti nell’attuale tribuna coperta, l’allargamento dell’area fra il terreno di gioco e lo spazio per il pubblico (almeno 6 metri) con la contestuale eliminazione della recinzione.
E’ prevista inoltre la realizzazione temporanea di un’area di ospitalità nel piazzale antistante la maratona.
L’individuazione dello stadio Franchi si è resa necessaria per includere la città di Firenze nel dossier di candidatura come esplicitamente richiesto dalla Figc.
Questa individuazione non pregiudica l’inserimento in itinere della proposta di un nuova stadio, in ottemperanza a tutti i requisiti Uefa la cui realizzazione dovrà avvenire entro il mese di maggio del 2014.
Cesare Monteleone

Commenti

Potrebbero interessarti