seria a
La Juventus espugna Bergamo. Il Napoli conquista matematicamente la Champions battendo 3 a 0 il Bologna. Tracollo interno dell'Inter contro la Lazio. La Fiorentina vince a Siena avvicinando i bianconeri alla Serie B. Bella vittoria del Parma a Cagliari, e dell'Udinese a Palermo. Pareggi tra Samp e Catania e Torino e Genoa.

La Juventus espugna Bergamo e continua la sua cavalcata trionfale nel segno di Matri. Il Napoli conquista matematicamente la Champions battendo 3 a 0 il Bologna. Tracollo interno dell’Inter contro la Lazio in una partita a dir poco rocambolesca. La Fiorentina vince a  Siena e conquista il derby toscano avvicinando i bianconeri alla Serie B.  Bella vittoria del Parma a Cagliari, e dell’Udinese a Palermo. Pareggi tra Samp e Catania e Torino e Genoa.

Atalanta-Juventus 0-1 (18′ pt Matri)  - Bianconeri pericolosi già al 3′ con Giaccherini che dopo un grande controllo tira debolmente verso Consigli. Infortunio per Raimondi all’8′: al suo posto entra Giorgi. Al 18′ Juve in vantaggio con Matri! Splendido lancio di Pirlo e il centravanti dopo un grande stop batte Consigli. Gran colpo di testa di Denis al 21′ e pallone che sfiora l’incrocio. Gioco fermo per un problema all’impianto di collegamento elettronico degli arbitri. Nel frattempo Conte sotto la curva per calmare i tifosi della Juventus dopo uno scambio di lancio di fumogeni da una curva all’altra. Palo di Denis al 39′: gran tiro al volo dell’argentino e pallone che forse sfiorato da Storari finisce sul palo. Al 5′ della ripresa Giorgi travolge Giaccherini che forse era già in area di rigore. Per Guida è punizione dal limite: il tiro di Pirlo finisce sulla barriera. Bonaventura ad un passo dal pareggio, ma la Juventus si salva. Al 14′ Matri cicca il pallone da pochi passi dopo un grande assist di Isla

Bologna-Napoli 0-3 (8′ st Hamsik, 17′ st Cavani, 22′ st Dzemaili)- Prima occasione azzura al 4′: gran tiro cross del centrocampista e Stojanovic ci mette una pezza. All’8′ gomitata di Gilardino a Rolando: giallo per lui. Ammonito anche a Konè per proteste. Numero di Cavani al 19′: il bomber ruba un pallone a centrocampo s’invola verso la porta dribblando gli avversari e calcia fuori. Brutto infortunio per Behrami che è stato costretto al cambio: probabile distorsione alla caviglia per lui.Numero di Cavani al 19′: il bomber ruba un pallone a centrocampo s’invola verso la porta dribblando gli avversari e calcia fuori. Occasionissima per Gilardino al 42′: gran colpo di testa e pallone che sfiora il palo. All’8′ della ripresa Hamsik con un tiro potente a mezza altezza batte il portiere avversario. Raddoppio del Napoli al 17 con Cavani: dal dischetto il matador non sbaglia! Il penalty era stato concesso per un fallo di Stojanovic sullo stesso Cavani. Dzemaili cala il tris al 22′: bella percussione di Cavani con il pallone che arriva al centrocampista che non sbaglia. FISCHIO FINALE! NAPOLI IN CHAMPIONS LEAGUE. FESTA GRANDE PER GLI AZZURRI!

Inter-Lazio 1-3 (20′ pt Floccari, 33′ pt Alvarez, 47′ pt Hernanes, 27′ st Onazi) – Prima grande chance al 10′ con Rocchi che lanciato in profondità da Kovacic scarica un gran tiro trovando attento Marchetti. Un minuto dopo assedio nerazzurro alla porta laziale, con tentativi ripetuti di Guarin e Jonathan: la difesa ospite libera. Vantaggio Lazio con Floccarial 20′: uscita disastrosa di Handanovic e Floccari su cross di Candreva devia un pallone che dopo un probabile tocco dello stesso Handanovic rotola in rete. Subito dopo Candreva tutto solo fallisce un gol che sembrava già fatto. Al 33′ l’Inter pareggia i conti con un colpo di testa di Alvarez su assist di Pereira. Marchetti al 35′ salva la Lazio: gran tiro di Cambiasso e il portiere devia il pallone sul palo. In precedenza ennesimo infortunio per l’Inter con Jonathan sostituito da Benassi. Pazzesco errore di Alvarez al 42: l’argentino tutto solo da pochi passi calcia incredibilmente fuori. Ancora Inter al 45′ e Cana salva un gol che sembrava già fatto opponendosi alla deviazione ravvicinata di Alvarez. Un minuto dopo calcio di rigore per la Lazio: Floccari a tu per tu con Handanovic viene buttato giù da Ranocchia. Hernanes dal dischetto non sbaglia. Ancora una tegola per l’Inter: Ranocchia non ce la fa, entra Pasa. Grande occasione per Guarin al 13′: il colombiano stoppa e calcia dall’interno dell’area con il pallone che finisce fuori. Al 24′ Alvarez sciupa un calcio di rigore: l’argentino scivola e spedisce il pallone in curva. Penalty concesso per fallo di Cana su Guarin. Strepitoso gol di Onazi al 27′: il centrocampista con un tiro da 30 metri batte Handanovic e firma il 3 a 1. Al 47′ numero del neoentrato Garritano che sfiora il gol trovando la grande opposizione di Handanovic

Siena-Fiorentina 0-1 (13′ pt Gonzalo) – Al’ 1′ già Jovetic con una deviazione al volo costringe Pegolo all’intervento decisivo in corner. Al 13′ Fiorentina in vantaggio con Gonzalo Rodriguez che di petto segna un gol facile facile. Al 20′ palo di Borja Valero con Pegolo che ha salvato i suoi deviando il pallone sul montante. Nella ripresa ci prova Fernandez ma il suo tiro dal limite finisce alto sulla traversa. Al 36′ grande occasione per Toni che colpisce la traversa a botta sicura da ottima posizione su un assist proveniente dalla sinistra

Torino-Genoa 0-0 – Al 18′ Cerci ci prova con un tiro cross che però trova attento il portiere avversario. Buona occasione per Bianchi al 27′: il suo tiro finisce fuori. Partita bruttissima e fischi sonori a fine primo tempo da parte di tutto lo stadio. Punizione insidiosa di Birsa al’ 14′ della ripresa e pallone che finisce tra le mani di Frey. Ancora Birsa al 32′ della ripresa ci prova direttamente su calcio di punizione: pallone alto

Palermo-Udinese 2-3 (9′ pt  Muriel, 33′ pt Miccoli, 18′ st Angella, 37′ st Hernandez, 38′ st Benatia) – Benatia decisivo al 2′ con una deviazione di testa su un tiro a botta quasi sicura di Miccoli. Gran tiro di Barreto al 7′ e Brkic in tuffo devia in angolo. Gol dell’Udinese al 9′: Muriel entra in area e batte Sorrentino. Il colombiano tutto solo dopo un perfetto assist di Gabriel. Gran punizione di Di Michele al 27′: pallone alto sulla traversa. Al 33′ Miccoli pareggia i conti dal dischetto: rigore concesso per un fallo di Heurtaux sullo stesso Miccoli. Al 38′ gol annullato a Dossena per posizione irregolare. Grande occasione per il Palermo al 3′ della ripresa con Miccoli che su assist di Barreto calcia alto da ottima posizione. Ancora lui un minuto dopo prova il colpo sotto con Brkic in uscita: pallone alto. Sorrentino para un rigore a Di Natale! Grande intervento del portiere che salva il risultato. Il penalty era stato concesso per un ingenuo fallo di mano di Aronica. Al 18′ Udinese di nuovo in vantaggio con un colpo di testa in tuffo di Angella. Pareggio di Hernandez al 37: gran tiro a giro dalla distanza e pallone all’angolino. Al 38′ ancora Udinese in vantaggio con Benatia: il difensore approfitta di un errore di Sorrentino che perde un pallone dalle sue mani e favorisce un avversario che serve il marocchino che non sbaglia

Cagliari-Parma 0-1 (34′ st Rosi) – All’8′ prima parata del match di Agazzi che smanaccia in angolo una bella deviazione al volo di Parolo. Nella ripresa all’11′ Mirante è attento su Ibarbo pericoloso con un diagonale. Rosi porta in vantaggio i suoi al 34′ con un tocco facile dopo una parata di Agazzi su Amauri

Sampdoria-Catania 1-1 (35′ pt De Silvestri, 22′ st Spolli) – Gran colpo di testa al 35′ di De Silvestri su assist di Renan e vantaggio blucerchiato. Pareggio etneo al 22′ della ripresa con Spolli che sfrutta una torre di Bergessio per battere l’estremo difensore avversario

Pescara-Milan 0-4 – (9′ pt , 12′ st Balotelli, 33′ pt Muntari, 6 st Flamini) - Una splendida passeggiata quella del Milan a Pescara. I rossoneri hanno subito sbloccato il match al 9’. Nocerino viene falciato da Cosic, Balotelli dagli undici metri non sbaglia mai. La squadra di Allegri decide di traccheggiare, poi quando accelera segna ancora con Muntari (33’) al primo gol stagionale, Flamini, quarto gol nelle ultime cinque partite, e Balotelli, che in undici partite con il Milan ha realizzato 11 reti. Il Pescara continua a perdere, nel girone di ritorno appena due punti per gli abruzzesi, mentre il Milan è ad un passo dalla qualificazione alla Champions League.

Roma-Chievo 0-1 (89′ Thereau) - Grazie ad un gol di Théréau all’89 il Chievo vince all’Olimpico contro la Roma e per il quinto anno consecutivo ottiene la salvezza. L’anticipo della 36a giornata di Serie A non è stato affatto bello. Dietro la lavagna finisce Andreazzoli che ha impostato molto male la partita. Il tecnico toscano ha iniziato il match con Osvaldo, Totti e Destro. I due centravanti in più di settanta minuti assieme hanno prodotto molto poco. Quando Andreazzoli ha deciso di operare i cambi ha sbilanciato troppo la Roma, che è stata punita, in modo comunque eccessivo dal Chievo, che ha effettuato un solo tiro in porta. La corsa all’Europa League può complicarsi per i giallorossi, che domani dovranno fare il tifo per Palermo e Inter che sfidano Udinese e Lazio.

Dopo il clamoroso tonfo interno della Roma contro il Chievo e la vittoria del Milan sul Pescara è tutto pronto per il programma serale del 36° turno di Serie A. I campioni d’Italia della Juventus affronteranno in trasferta l’Atalanta, mentre la seconda della classe Napoli sarà impegnata a Bologna. Derby toscano a Siena tra i padroni di casa e la Fiorentina e delicatissima sfida salvezza tra Torino e Genoa. A completare il turno le sfide tra Palermo e Udinese, Sampdoria e Catania e Cagliari e Parma.

 

Tratto da

Fanpage