seria a

Il Napoli batte il Siena in extremis per 2 a 1. Successi importanti anche in chiave europea per Udinese e Lazio che hanno battuto rispettivamente Atalanta e Sampdoria.

Pronostici rispettati per Napoli, Udinese, Lazio nel pomeriggio domenicale della 37° di Serie A. Successo per 2 a 1 dei partenopei sul retrocesso Siena.  I friulani hanno battuto in rimonta l’Atalanta, mentre i capitolini hanno superato la Sampdoria per 2 a 0.

Lazio-Sampdoria 2-0 (10′ pt Floccari, 48′ st Candreva) – L’Olimpico ha salutato con un lungo applauso Cristian Brocchi, il centrocampista della Lazio che nei giorni scorsi ha annunciato il suo ritiro dall’attivita’ agonistica a causa dell’infortunio al piede destro che lo tormenta dal 2011. Mentre i maxischermi, prima di Lazio-Samp, proiettavano le immagini del giocatore 37enne, la curva Nord gli ha dedicato lo striscione ”simbolo di grinta e dedizione… ciao Cristian grande campione!”. Brocchi,visibilmente commosso, ha percorso tutto il perimetro di gioco dello stadio Olimpico e ha ricevuto l’abbraccio dei suoi compagni di squadra che stavano svolgendo il riscaldamento. Poi, in lacrime, ha salutato il pubblico che lo ha apprezzato nelle sue cinque stagioni in biancoceleste, culminate con la vittoria della Coppa Italia (2008/2009) e della Supercoppa Italiana (2009/2010). Klose subito pericoloso con una deviazione al volo di destro: pallone alto. Icardi pericolosissimo al 7′ con una deviazione fortuita che sfiora il palo. Al 10′ gol della Lazio con Floccari che di ginocchio da posizione ravvicinata batte Dacosta. Splendida azione della Lazio con Floccari che sfiora il raddoppio. Subito dopo gran tiro di Candreva e Dacosta è super. Traversa di Icardi al 41′: tiro deviato dall’argentino e pallone sulla trasversale. Nella ripresa al 2′ ancora Candreva in diagonale e Dacosta sfiora in maniera decisiva. Al 10′ Poli preda dei crampi non riesce a proseguire: in campo Obiang. Al 37′ occasionissima per Floccari che trova sulla sua strada un grande Dacosta. Al 44′ brutto infortunio per Rossini con la caviglia che si gira in maniera innaturale: il difensore è costretto al cambio. Al 45′ Espulso Renan della Samp per proteste. Rigore per la Lazio: fallo di Gastaldello su Onazi al 47. Candreva non sbaglia battendo Dacosta con il cucchiaio

Napoli-Siena 2-1 (35′ pt Grillo, 27′ st Cavani, 38′ st Hamsik) – La partita comincia con 5 minuti di ritardo dopo i festeggiamenti. Emeghara al 5′ ci prova dalla distanza: parata facile di Rosati. Dopo una bella iniziativa di El Kaddouri, tiro di prima di Cavani che finisce tra le braccia di Pegolo. Cavani colpisce l’incrocio dei pali al 10′ con un gran colpo di testa. Al 14′ Cavani servito da El Kaddouri a tu per tu con Pegolo colpisce il palo. Al 31′ El Kaddouri ci prova da fuori ma senza fortuna. Al 35′ Grillo porta in vantaggio i suoi con un gran tocco di esterno da posizione defilata. Botta e risposta Cavani Emeghara: l’azzurro di testa sfiora il pari e il giocatore bianconero in ripartenza scarica un gran tiro che termina alto. Al 41′ miracolo di Pegolo in uscita su Cavani servito da Calaiò. Al 2′ del secondo tempo Emeghara non arriva su un grande assist di Agra: poteva essere il raddoppio. Gol annullato a Cavani al 7′  per posizione irregolare di rientro del Matador. Al 10′ cambio azzurro con Insigne in campo per Grava. Serpentina show di El Kaddouri che entra in area ma non riesce a tirare con forza verso Pegolo. Hamsik per Calaiò nel Napoli. Il Napoli pareggia al 27′ con Cavani che di testa da pochi passi infila Pegolo dopo che la traversa aveva respinto un tiro di El Kaddouri. Rosati decisivo al 47′ su un bel diagonale di Paolucci. Al 38′ Hamsik porta in vantaggio il Napoli battendo Pegolo in uscita dopo una bella azione di Insigne

Udinese-Atalanta 2-1 (10′ pt De Luca, 42′ pt, 7′ st Di Natale) - Al 3′ clamorosa traversa di Di Natale direttamente su calcio di punizione dal limite. 10′ pt De Luca porta in vantaggio l’Atalanta ribattendo in rete una parata di Brkic su tiro di Giorgi. Al 18′ Moralez ad un passo dal raddoppio con un diagonale che sfiora il palo alla sinistra di Brkic. Basta ad un passo dal pareggio con un colpo di testa che trova attento Consigli. Ancora Atalanta ad un passo dal raddoppio al 33′ con Parra che calcia altissimo a pochi passi da Brkic. Al 42′ pareggio di Di Natale! Dopo un duetto con Allan beffa Consigli in uscita. Al 7′ Di Natale raddoppia: il giocatore in posizione dubbia batte Consigli. Brutto infortunio di Di Natale che dopo un salto si accascia al suolo accusando un dolore al polpaccio: l’attaccante esce dal campo in barella

Juventus-Cagliari 1-1 (13′ pt Ibarbo, 16′ st Vucinic) -  Nel giorno della festa Scudetto la Juventus pareggia 1 – 1 con il Cagliari. I sardi, che hanno giocato un’ottima partita, sono passati in vantaggio con Ibarbo, che al 13’ è partito dalla sua metà campo ha scavalcato con una grande giocata Marchisio e Barzagli ed ha battuto Storari. I bianconeri, che nel primo tempo hanno colpito una traversa con Giovinco, hanno trovato il pari al 61’ con Vucinic, al decimo gol stagionale. Conte non potrà battere il record di Capello.

Catania-Pescara 1-0 (6′ st Gomez) - Massimo risultato con il minimo sforzo. Il Catania batte per 1 – 0 il Pescara, scavalca l’Inter e raggiunge l’ottava posizione. I rosso – azzurri hanno dominato, ma non si sono dannati l’anima contro gli abruzzesi, che nel girone di ritorno hanno conquistato solo due punti. Nel primo tempo Perin nega il gol agli avanti siciliani almeno in tre occasioni. Al 6’ della ripresa Gomez realizza il gol che decide la sfida.

Tratto da

Fanpage

Commenti

Potrebbero interessarti