03242017Ven
Last updateGio, 23 Mar 2017 9pm

Il valzer degli attaccanti: le novità del mercato 2016


CoqNXQ5WAAEPy7rMai come quest’anno il calciomercato italiano sta regalando colpi inaspettati: dopo alcuni anni nei quali il nostro campionato sembrava oramai destinato a non vedere più quei grandi acquisti, tipici degli anni Novanta, l’estate 2016 si sta rivelando foriera di trasferimenti importantissimi, soprattutto per i movimenti in “entrata” delle principali squadre del campionato.

Lo scacchiere iniziale al momento del primo calcio d’inizio sarà completamente rivoluzionato per molte formazioni, un dato che interesserà sia i tifosi che gli appassionati di fantacalcio, che in questi giorni faticano a tenere il passo delle operazioni di mercato, che si rifletteranno poi sulle loro scelte di gioco. Fortunatamente oramai esistono sistemi di fantacalcio con premi come Fantasfida che danno la possibilità di sfruttare fino all’ultimo minuto per scegliere i giocatori da selezionare per la propria squadra, in modo da resistere agli ultimi exploit di questo pazzo mercato 2016.

A cominciare questo valzer è stato Gonzalo Higuain, che dopo tre anni alle pendici del Vesuvio ha deciso di trasferirsi più a nord, precisamente a Torino per vestire la maglia della Juventus: un colpo da 90 milioni di euro, il più caro della storia della Serie A. La partenza di Higuain ha innescato un giro di attaccanti che ancora deve completarsi ma che inizia già a creare le prime avvisaglie di un’estate “grandi firme”.

Proprio il Napoli, orfano dell’ultimo capocannoniere del campionato, sta puntando tutto su Mauro Icardi, capitano dell’Inter e attaccante prolifico che farebbe comodo al reparto avanzato di Sarri, che sembra non credere poi molto in Manolo Gabbiadini, riserva di lusso che al momento dovrà giocarsi il posto con il neo arrivato Milik.

Se Icardi dovesse realmente passare al Napoli, l’Inter incasserebbe una cifra tra i 60 e i 70 milioni di euro, che sarebbero subito investiti per cercare un giocatore in grado di garantire l’apporto di gol necessario per ambire alle zone alte della classifica. Il nome che inizia a circolare è quello di Edinson Cavani, guarda caso un ex della squadra partenopea, che a Parigi ha vissuto fortune alterne, anche per la presenza di un certo Zlatan Ibrahimovic. Senza Ibra quest’anno Cavani sarebbe il titolare fisso della formazione francese ma non è detto che la sua voglia di tornare in Italia si sia sopita, dopo i segnali lanciati proprio alla Juventus nel corso dell’estate.

In casa bianconera come detto è arrivato Higuain, che numericamente sostituisce Morata, passato al Real Madrid grazie alla famosa clausola di “recompra”. L’argentino però è destinato a essere il perno dell’attacco bianconero, con conseguente esclusione di Mandzukic dall’undici titolare. Questo significa che ci sarà ancora meno spazio per Simone Zaza, oramai 4a scelta di Allegri.

Il nazionale italiano interessa non poco a Roma e Milan: se i giallorossi sono abbastanza coperti in attacco, dove tra punte e attaccanti esterni sembra esserci una concorrenza importante, al Milano Zaza sarebbe titolare. L’unico problema è che al momento i rossoneri non hanno nel loro budget i 25/30 milioni di euro che la Juventus chiede per l’attaccante lucano e dunque dovranno cedere prima cedere Carlos Bacca, finito da tempo nel mirino di alcune squadra inglesi.

Insomma, un valzer degno dei grandi colpi del passato: anche per la Serie A sembra essere suonata la sveglia.


poesie report on line