In seguito all'avvio delle procedure di raffreddamento. La Fast chiede il pagamento del Pdr 2015, chiarezza e un serio Piano industriale
La Prefettura di Foggia convoca la Fast Confsal Mobilità per giovedì 14 luglio, accogliendo l'istanza del sindacato riguardo al comportamento di Ataf, che continua a non rispondere alle ripetute richieste di incontro e chiarimento del sindacato.
La Fast, infatti, nei giorni scorsi aveva aperto la seconda fase delle procedure di raffreddamento nei confronti dell'azienda di trasporto pubblico foggiana, al termine della quale avrebbe proclamato una prima azione di sciopero, in seguito della disdetta degli accordi aziendali e del mancato pagamento del PdR 2015. L'obiettivo: salvaguardare i livelli retributivi, le condizioni e gli orari di lavoro, chiarire la poca trasparenza sugli introiti della sosta tariffata affidata ad Apcoa e fornire un servizio alla cittadinanza di adeguata qualità. 
La Fast Mobilità aveva chiesto all'Ataf di calendarizzare al più presto il pagamento del Premio di Risultato 2015 o almeno un incontro per valutare un serio Piano Industriale.
All'incontro sarà presente anche il Segretario Nazionale di Fast Mobilità Paolo Ventura.