Iniziano a Foggia i lavori del primo nodo di connessione fra le reti di trasporto pubblico in Puglia, grazie allo sblocco da parte di Rfi (Rete ferroviaria italiana) dei suoli dell’ex scalo merci nella zona stazione e la preparazione del cantiere, in corso d’opera.

Arrivando a Foggia in treno sarà pertanto possibile, in una nuova area servizi viaggiatori, prendere direttamente un bus urbano, extraurbano o una bicicletta. Per fare un paragone è una soluzione simile a quella della stazione di Milano centrale con i bus attestati in banchine a raso subito sul piazzale. «Una soluzione innovativa che cambierà la qualità della vita dei pendolari della Capitanata e le possibilità di sviluppo del territorio», ha affermato dall’ex assessore alle infrastrutture strategiche e mobilità, Guglielmo Minervini, alla presentazione del protocollo d'intesa definito da Regione, Comune e Ferrovie dello Stato. Si prevede che il progetto sia realizzato entro un anno; d'altra parte la sua realizzazione ha un valore di  6.600.000 euro ed è finanziata con fondi Fesr 2007-2013 della Regione Puglia e con un cofinanziamento del Comune di Foggia, il tutto rientrante nell'ambito del Piano strategico di Area Vasta "Capitanata 2020".

Commenti

Potrebbero interessarti