Pesce dAprile. 135x90

Tra uno scherzo e l'altro, una notizia falsa più o meno riuscita anche questo pesce d'aprile 2014 è passato. Ancora non è chiara l'origine di questa usanza che coinvolge un pò tutta l'Europa, ma che si estende anche nel resto del pianeta.

April Fool's Day per gli inglesi, April Scherz per i tedeschi, comunque lo si traduca l'obiettivo del Pesce d'Aprile è comune a tutti: mettere in imbarazzo la vittima designata, anche in maniera molto sofisticata. Per questo motivo si utilizzano molto spesso giornali, televisioni, comunicati a mezzo stampa, ma anche volantini e manifesti.

A mio parere il pesce d'aprile va preso per quello che è, ovvero un mero esercizio creativo e goliardico di chi si occupa di informare il mondo attraverso i mass-media e di chi utilizza altri sistemi di comunicazione nella società in generale. Ma penso abbia anche una funzione pedagogica, in quanto ricorda a tutti noi che le notizie vanno sempre verificate e ricorda al lettore di non abbandonare lo spirito critico e confutatorio quando legge una notizia.

A Napoli, ques'anno, si sono contraddistinti per un pesce d'aprile direi quanto meno macabro. Infatti le mura di parte della città sono state tapezzate di manifesti che annunciavano la morte del sindaco De Magistris, uno scherzo dal vago sapore di lotta politica fuori da ogni regola di bon ton. E la politica entra ancora in gioco, nel momento in cui una spigola, con chiaro riferimento al pesce d'aprile, compare, proprio ieri 1 Aprile, nell'aula del parlamento italiano, sventolata da deputato leghista Gianluca Buonanno, immediatamente espulso dall'aula dal presidente di turno Luigi Di Maio.

Nel passato fonti autorevoli come la BBC hanno deciso di fare parte del gioco, quest'anno The Guardian ha annunciato una proposta degli indipendentisti scozzesi che vorrebbero iniziare a guidare a destra e cambiare la segnaletica stradale ed i colori dei semafori. Sempre su questo tema il Daily Telegraph, pubblica la foto della nuova moneta da una sterlina con il premier secessionista Alex Salmond.

Nel mondo dell'internet non potevano mancare gli scherzi partiti da Google. Il gigante di Mountain View ha pubblicato la notizia di una fantomatica caccia ai Pokemon su Google Maps, una gara mondiale che avrebbe poi premiato il più bravo ed il più veloce con un posto di lavoro. Google ha preso in giro i suoi utenti Gmail anche con una nuova fantomatica funzionalità: il "Gmail shelfie", e cioè una condivisione dei propri autoscatti "selfie", sempre più comuni come immagine di sfondo della propria posta elettronica.

La compagnia telefonica Wind, invece, ha annunciato online la chiusura dei suoi canali Facebook e Twitter, poi smentita con un banner scherzoso dopo le reazioni allarmate dei suoi clienti.

Mark Zuckerberg ideatore di Facebook, invece, ha promesso in una conferenza stampa tenutasi a Palermo di pagare 1 cent di dollaro per ogni mi piace a tutti i navigatori del suo social network. La notizia è apparsa su questo giornale nella Cronaca di Palermo di ReportOnLine.

Insomma come si vede, da questo breve elenco di notizie da Pesce d'Aprile, la fantasia non manca insieme ad un pò di sano divertimento, dato che molto spesso le cronache sono zeppe di notizie poco piacevoli. Non mancano naturalmente le persone che si ritengono offese ed infastidite da questa tradizione che si perpetua ogni anno.

Appuntamento al prossimo anno con il Pesce d'Aprile 2015.

 

Antonino Schiera

Autore del Libro di Poesie, Aforismi & Dediche d'Amore "Percorsi dell'Anima" Europa Edizioni

percorsi dellanima report online

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info