pescara protesta
Pescara - Domani 18 luglio le piccole e medie imprese di Pescara scendo in piazza con la manifestazione "Ora o mai piu'", l'appuntamento e' allo stadio del mare alle ore ventuno e la manifestazione si preannuncia bollente. Il presidente della Camera di commercio di Pescara, Daniele Becci si è fatto portavoce della manifestazione e ha dichiarato "Abbiamo esaurito tutte le nostre forze, non siamo piu' in grado di lavorare e le piccole imprese sono letteralmente sfiatate da un sistema distruttivo, il nostro tessuto imprenditoriale e' costituito principalmente da piccole imprese, che non sopportano piu' il peso di uno Stato che non fa altro che prelevare.
 
Se si aggiungono burocrazia e sistema bancario bloccato, ecco che la situazione e' diventata insostenibile, e le Associazioni, durante l'ultimo Forum dell'Economia e dello Sviluppo, hanno deciso di scendere in piazza nel cuore della propria citta', per denunciare il loro stato di collasso, la loro impossibilita' a proseguire le attivita' di sempre
con la paura di un'imminente chiusura anche per coloro che hanno resistito finora. Invito, perciò - ha chiuso Becci - tutte le Istituzioni a venire ad ascoltare".
Ad aderire alla manifestazione anche i sindacati di Cgil, Cils e Uil, Umberto Coccia - Cisl ha dichiarato "saremo al fianco delle imprese perche' la crisi delle aziende porta con se una devastante crisi occupazionale, sarà un momento di denuncia ma anche di proposte, torneremo a riproporre un corposo progetto di rilancio dell'intero assetto economico della provincia di Pescara ampiamente messo a punto e gia' reso noto ai decisori politici. Ripartiremo da qui per un concreto sbocco operativo che s'impone nel giro di poco tempo".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info