Taglio del nastro con un video-mapping firmato Nunnari-Musolino-Ciardo. Gli ideatori: "fede, umanità, speranza, riscatto e amore, che sia il Natale dell'Isola e dei tarantini"

È tutto pronto per la prima edizione di "Natale nell'Isola", kermesse natalizia ideata dagli organizzatori de "L'Isola che vogliamo", realizzata in collaborazione con Camera di Commercio, Arcidiocesi e Comune di Taranto. Un viaggio alla riscoperta della Città Vecchia lungo dieci giornate, che terminerà il 6 gennaio dell'anno nuovo.
Un viaggio assolutamente inedito per la città dei due mari, nel quale torna ad essere centrale quell'unicum rappresentato dal percorso degli ipogei sotterranei che ospiterà una vasta collezione di presepi artistici e viventi. "Il concetto è quello di proporre un duplice spettacolo, riempiendo con un contenuto di qualità, in questo caso il meglio della tradizione presiepistica locale, dei contenitori di per sé incantevoli e pregni di storia come i nostri ipogei", spiega Nello De Gregorio, che alla riscoperta degli ambienti sotterranei in Città Vecchia ha dedicato gli ultimi anni delle sue ricerche. Uno spettacolo doppio che promette meraviglie già dal taglio del nastro, con la prima di un'installazione assolutamente unica nel suo genere. Sarà infatti un'avanguardistica performance di Vittorio Nunnari, Giuseppe Musolino e Giorgio Ciardo ad inaugurare simbolicamente il percorso di presepi sotterranei. A partire dalle 17.30 di domani, sabato 20 dicembre, nel contesto dello splendido ipogeo di via Cava 99 la tradizione del presepe sarà così declinata in chiave ultra-moderna, grazie a una performance di arte cinetica creata ad hoc con la tecnica del video-mapping. L'ambiente ipogeo si animerà grazie a scene cinetiche tratte dal racconto della Natività nella Cappella degli Scrovegni di artisti del calibro di Giotto e del Beato Angelico. "Si tratta di una delle opere di punta di questo percorso - spiega Fabrizio Iurlano dell'Associazione Terra - e di un vero e proprio segnale lanciato ad una città che è ricca di menti giovani, innovative, intelligenti, capaci di liberare il territorio da una ormai insostenibile cappa di rassegnazione. Queste energie hanno fatto rete anche questo Natale e fino all'Epifania avremo l'onore di presentarle una ad una. Sono loro il cambiamento possibile". Riecco dunque le stesse parole d'ordine che avevano già caratterizzato l'ultima edizione de "l'Isola che Vogliamo". Ricercare, riscoprire, praticare bellezza. Quella di un pezzo di città che è ritornato ad essere centrale nell'agenda civica locale, ma anche quella di un un popolo - il nostro - capace con l'ingegno, la manualità, lo studio, le arti di avanzare una richiesta di riscatto. Il tutto nel periodo dell'anno dedicato per definizione alla bellezza: il Natale, tempo di Amore, di Verità, di riscatto. "La scelta del Natale non è una scelta casuale. Natale è fede, umanità, speranza, riscatto e amore: tutti concetti di assoluta attualità nell'Isola", spiega Toto Santacroce, presidente di Terra. "Più materialmente, Natale è anche l'occasione per dar seguito alle nostre parole, puntando a quella destagionalizzazione dell'offerta ricettiva in Città Vecchia alla quale da sempre guardiamo come a un traguardo possibile. Presepi ipogei, luoghi del gusto, eventi, teatro, concerti, aperitivi della scienza: Natale è la nostra occasione per dire che si può fare, non solo d'estate, facendo rete, mettendoci lavoro, imprenditorialità e ingegno. Noi ci crediamo e stiamo già lavorando al dopo-Natale. Con il nostro responsabile per il web e la comunicazione, Marco Sebastio, stiamo lavorando con l'obiettivo di trasformare il sito internet www.tarantovecchia.it sul quale è oggi consultabile il programma dell'iniziativa, in un portale di informazione e promozione turistica rivolto a residenti e forestieri attivo tutto l'anno"


Tutte le postazioni del 20 dicembre

PRESEPI VIVENTI
Palazzo Ulmo – ore 17.30
Presepe Vivente a cura di “Associazione per le tradizioni popolari Presepe Vivente di Faggiano”

ore 19.00
Presepe Vivente a cura della parrocchia Cattedrale e della Confraternita di Santa Maria di Costantinopoli

PRESEPI IPOGEI
Circuito tra gli ipogei allestiti con i Presepi
(Costo dell’ intero circuito euro 4)

1) Ipogeo Palazzo Galeone Via Pentite – Presepi lignei scultorei di
Augusto Bruschi

2) Ipogeo Palazzo Santamato – “Presepiando” Presepi a cura dell’ Ass.
Amici del Presepio - “Natale in Fotografia” Mostra Fotografica & Video
Curata da Associazione Fotografi & Videografi Jonici

3) Ambiente Rupestre Via Cava 92 – Presepi a cura di Giancarlo Ingrosso – Presepi del Mare di Nicola Giudetti

4) Ipogeo Palazzo Gennarini – Esposizione Presepi a cura di Calogero Cangiolosi – “I Bambinelli” di Fedele Massante

5) Ipogeo Piazza S. Francesco – “Il Presepe nel Castello” Presepe di Adolfo Reale

6) Ipogeo Cantiere Maggese Via Cava – piano rialzato presepe a cura dell’Associazione presiepistica “Vivere Betlemme” di Statte
Presepi di Michele Mancone

7) Ipogeo Palazzo Mannarini – Presepi del Museo della Ceramica di Grottaglie

8) Fornace Via Cava 76 – “Il Presepe della Fragilità” a cura del Laboratorio Espressivo – Manipolativo del Centro Diurno
Dipartimento di Riabilitazione ASL TA

9) Ipogeo Vico Ospizio 6 – “La Grotta di Betlemme” a cura dei Ragazzi
della Fondazione Rocco Spani

10) Ipogeo Via Cava 99 – La Natività nell’ Arte Cinetica – Videomapping
a cura di Giuseppe Musolino – Giorgio Ciardo – Vittorio Nunnari

11) Frantoio Normanno Via Cava – Presepi a cura del Coordinamento
Associazione Volontariato di Martina Franca

12) Ipogeo di Palazzo Galeota
Tra memoria e realtà… quindici giovani artisti in mostra
​a cura di Roberto Lacarbonara

13) Chiesa di S.Anna, Vico Civitanova
a cura di Associazione Tarantinìdion e Archeoclub di Taranto “U Presepe de Ze Peppe” di Giuseppe Axo


LUOGHI DEL GUSTO – ANTICHI SAPORI

CANTIERE MAGGESE – Sannacchiudere e pettole
LA PIAZZETTA – Tubettini e cozze con calice di vino
CAFFE’ LETTARARIO – Cime di rape a’ stufate
PAVINO BISTROT – Degustazione sannachiudere,carteddate,mandorle e cioccolato,taralli dolci con a scelta tra:punch caldo base elisir san marzano o cremoncello o grappa aromatizzata
BAJA DELLE SIRENE – Vendita e promozione di prodotti tipici enogastronomici e natalizi della nostra tradizione.
BAR CIFRA – Sannacchiudde e bibita a scelta
HOTEL AKROPOLIS - Cavelaffiure fritte
LOCANDA SAN GIUSEPPE - Cavatelli, cozze e fagioli con calice di vino


PALAZZO FORNARO
“Natale nel Medioevo” – Installazione Iconografica della Cena Natalizia nel Medioevo

Mostra di Pittura “Il Cappello di Babbo Natale” a cura della Scuola “Arte e Fantasia”
ARTISTI : Rosario Rosafio – Rita Protopapa – Raffaele Musio – Cosimo Lezza – Maria Giuseppa Gallo – Daniela Polito – Giacomo De Troia
ALLIEVI : Alessia Primiceri – Andrea Panunzio – Anna Biandolino – Antonella De Bellis – Carmela Cuscito – Ilaria Panunzio – Luciana Ninni – Mariangela Pagliaro – Sandro Caroppo – Sara Cuscito – Stefania Stelluto

VISITE GUIDATE
Circuito di visite guidate mattutine personalizzato su prenotazione a cura delle Associazioni Culturali “Terra”, “Nobilissima Taranto” e “Turisti a Taranto”. Costo biglietto: euro 6. Per prenotazioni: 393.2204680; 327.4557909; 349.3231596; 320.4520266

A – Il Natale a Taranto nelle espressioni artistiche e religiose

Itinerario culturale ‘Taranto Vecchia: città di poeti, di santi, di musicisti…’ a cura dell’associazione ‘Turisti a Taranto’
• percorso dei musicisti (La musica sacra a Taranto e le Pastorali Natalizie)
• percorso dei poeti (Il Natale nelle poesie dialettali tarantine)
• percorso storico-filosofico (da Omero e Platone al Natale cristiano)
• percorso dei santi (Natale 1968: Paolo VI a Taranto)
ore 8,30-11,45
Sono possibili itinerari personalizzati in orari mattutini diversi da quelli programmati

B – L’arte dei presepi nella Taranto sotterranea

MATTINO ore 9,30-12,30: visita guidata alla mostra dei presepi allestiti presso ipogei della Città vecchia;

PERSONALE DI PITTURA
“La Città e il Natale” di Nicola Giudetti
presso il laboratorio del maestro in Via Duomo 208

LA CITTA’ VECCHIA DENTRO SANT’ANNA:
NATALE TRA DEVOZIONE E ARTE PISCATORIA
a cura di Associazione Tarantinìdion e Archeoclub di Taranto

Chiesa di Sant’Anna, vico Civitanova
Città Vecchia – Taranto
Inaugurazione ore 18:00

LA NATIVITÀ NELL’ARTE CONTEMPORANEA
-Mostra d’arte contemporanea
Radici: tra acqua, terra e fuoco
​Tre maestri dell’arte contemporanea in mostra
​a cura di Roberto Lacarbonara
Chiesa Sant’Andrea degli Armeni
​fino al 05/01/2015

TEATRO
Ore 21.00 Cattedrale di San Cataldo
La Compagnia Teatrale Lino Conte presenta: ‘A Sànda Nòtte (Lauda della Natività di Gesù Bambino in dialetto tarantino) di Cataldo Sferra. Adattamento teatrale: Lino Conte. Attori: Lino Conte, Aldo Salamino, Marisa Lopalco, Francesco Donvito, Valeria Conte, Caterina Chiemienti.

PALAZZO ULMO
Le Botteghe Artigiane “Il mercato delle autoproduzioni” a cura dell’ Associazione “Welcome Home International” ore 17.30

CONCERTI
18.00 – Chiesa di S. Domenico
Concerto di pastorali natalizie a cura delle confraternite della Città Vecchia con la banda “Paisiello” di Taranto diretta da Vincenzo Simonetti – il coro “Alleluja” diretto dal Maestro Michele Riondino e gli Zampognari.

ore 18.00 – Chiesa di S. Anna
Concerto “Chitarre e Tammorre”
Musica Popolare. Tradizione tarantina e del sud Italia.
a cura di Associazione Tarantinìdion e Archeoclub di Taranto

ore 22.00 – Caffè letterario Cibo per la Mente
a cura di Cibo per la Mente Concerto live “Tuesday’s bad weather “

Commenti

Potrebbero interessarti