TarantoReport Cronaca di Taranto

Il segretario CGIL Peluso con il sindaco di Grottaglie DAlò
La CGIL mobilitata a Taranto, Laterza e Grottaglie. 
Abbiamo incontrato una comunità desiderosa di ascolto e pronta ad ascoltare. Questo è il primo grande risultato della Campagna Referendaria per i 2 Si che la CGIL propone sul tema dei voucher e della responsabilità solidale negli appalti. I presidi dei Tamburi, Grottaglie e Laterza ci dicono che c’è ancora voglia di Stato sociale, c’è voglia di diritti e di un futuro occupazionale degno di questo nome.

Al quartiere Tamburi di Taranto, a Grottaglie e Laterza le ragioni del “si” per liberare il lavoro. L’11 febbraio la campagna referendaria “2 Si per Liberare il Lavoro” promossa dalla CGIL si sposta in strada. A Taranto saranno tre gli appuntamenti destinati alla sensibilizzazione e alla conoscenza dei quesiti referendari sull’abolizione dei voucher e la richiesta di maggiori tutele di continuità occupazionale per i lavoratori del sistema degli appalti.

Secondo la Regione il Piano di riordino ospedaliero non avrà ulteriori passaggi interlocutori. Questo nonostante in sede regionale si fosse deciso altro. Certamente non accadrà nella ASL di Taranto, quella dell’emergenza, in cui il direttore generale Stefano Rossi continua a procedere con i paraocchi per la sua strada, infischiandosene delle nostre richieste di chiarimenti su liste d’attesa, piano assunzioni, posti letto e chiusura ospedali.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info