Cronaca

La cronaca di reportonline.it

Cronaca è la sezione che non richiede alcuna intermediazione. I lettori vi troveranno gli argomenti soliti presenti in ogni pubblicazione di qualsiasi estrazione. Le categorie:  Locale, Nera, Giudiziaria, Attualità, Gossip, Stranezze e Curiosità

Riconosciuto il risarcimento all’ANMIL Deandri: “Sentenza storica. Un risarcimento per perpetuare il ricordo di quelle vittime e fare prevenzione” Nella triste vicenda di Antonio Mingolla, l’operaio dell’appalto ILVA che perse la vita nell’aprile del 2006 mentre operava nel collettore principale di distribuzione del gas AFO nella batteria della centrale termoelettrica CET 1 dell’ILVA, si apre un barlume di giustizia.

Incontro di informazione e sensibilizzazione alla donazione degli organi. L’Aido opera da anni perché i pazienti in attesa di organi possano beneficiare del più semplice dei diritti: la vita. Purtroppo ogni giorno decine di pazienti donne, uomini e bambini vedono affievolirsi le speranze di ricevere un dono e, con angoscia, avvicinarsi la loro fine.

Totò Riina è morto

 Il «capo dei capi» Salvatore Riina, detto Totò  (Corleone, 16 novembre 1930 – Parma, 17 novembre 2017, è morto nel carcere di Parma, era malato da tempo ed era in coma farmacologico.  Arrestato dopo 24 anni di latitanza il 15 gennaio del 1993.

 Il 13 ottobre abbiamo manifestato per far valere i nostri diritti in Alternanza-scuola lavorooltre che per rivendicare il potere di decidere del nostro percorso formativo all’interno della stessa; questa data ha portato la comunità scolastica ad avere una maggiore consapevolezza sugli abusi che gli studenti hanno subito da parte delle varie aziende,molte delle quali colluse con la mafia,oltreché a ricordare l’importanza che noi rivestiamo all’interno dei percorsi scolastici.

Questa volta pare si tratti di uno squilibrato , ex militare congedato con disonore dall'aeronautica degli Stati Uniti. Il killer si chiamava Devin Patrick Kelley, aveva 26 anni ed è stato uccciso, non è chiaro se dalla polizia nel corso del tentativo di catturarlo o da alcuni cittadini che, essendo evidentemente armati, lo hanno colpito mentre tentava di fuggire

Img. da bergamonews.it

Ancora una volta a Salerno è arrivata una nave, stavolta spagnola, con il suo carico di umanità disperata. Si tratta di 375 persone, forse provenienti dalla Nigeria.26 donne sono giunte cadavere ed è proprio l'elevato numero a destare il sospetto che possa trattarsi di donne uccise, così ritiene il prefetto di Salerno Salvatore Malfi.

Commenti

Potrebbero interessarti