Il testo di Melina Doti racconta la storia del piccolo Andrea. Dai colori intensi e originali dei suoi quadri ad una scrittura calda
di Valeria Mazzeo
Una storia che prende spunto da un fatto realmente accaduto all'autrice del libro.
Melina DotiMelina Doti L?incontro con una persona speciale. 'Va? dove ti chiama il destino? ? il titolo del testo di Melina Doti, edito da 'L?autore libri Firenze?

E? difficile condensare la trama del libro in brevi righe, ma in sintesi il protagonista, Andrea, di undici anni, scopre leggendo un biglietto di essere stato adottato e cade in una profonda malattia. I genitori adottivi decisero di consultare una zingara che abitava in un paese lontano, che era stata definita una santa vivente, per aver previsto tante cose poi accadute e per aver salvato molte persone in pericolo.

La zingara sa che il piccolo Andrea ha trovato un biglietto e sa che il suo desiderio ? quello di ritrovare la sua vera madre. Cos? Andrea si affida alla zingara, che poi si riveler? una principessa, e inizia il viaggio per scoprire le proprie origini.

'Da giovane ho incontrato ad una fiera una signora che mi ha letto la mano e per anni ho sempre pensato che quello che mi disse fosse uno scherzo', racconta la signora Doti, 'fino a quando ci? che mi rivel? non si ? avverato?.

Melina Doti, nata in provincia di Potenza ma residente ormai da molti anni a Foggia, ? anche un?affermata pittrice. I suoi quadri sono citati nei pi? importanti catologhi di arte. Le sue tele sono realizzate con colori intensi ed originali, creati da lei stessa. E anche i libri ('Va dove ti chiama il destino? ? il secondo dopo 'Il violino del nonno?) nascono dai suoi quadri: i colori intensi si trasformano cos? in una scrittura calda e solare che fa trasparire, anche nelle sue parole, una serenit? interiore.

'Scrivere libri ? stato sempre il mio sogno da bambina; poi ho chiuso un po? il cassetto perch? mi sono dedicata alla mia famiglia, crescendo tre figli', dice la signora Melina, 'quando sono cresciuti, sono stati proprio loro ad invogliarmi a riprendere in mano il mio sogno?.

La pittura e la scrittura camminano di pari passo: 'Mentre dipingo, penso a quello che vorrei scrivere. Attraverso i viali e siedo nelle siepi del mio quadro, abito dentro al quadro; e cos? riesco ad immedesimarmi anche nei personaggi del libro?. Andrea ? un bambino che cerca con ansia sua madre. 'I vestitini di Andrea sono stati i primi che ho indossato per scrivere questo libro?.

'Va? dove ti chiama il destino? ? un libro intriso di amore: l?amore del ragazzo verso la mamma, l?amore della zingara. Ma, soprattutto, quello che traspare, ? la passione, l?amore profondo, la serenit? di Melina Doti.