Le autorità di occupazione israeliane continuano a dare l'assedio a Gerusalemme e alla moschea di al-Aqsa. La polizia israeliana ha posizionato barriere nelle strade per impedire l'accesso alla Città Vecchia. Cordoni di "sicurezza" sono garantiti agli estremisti ebrei che intendono recarsi al Muro di Buraq (per gli ebrei, Muro del Pianto) e alla moschea di al-Aqsa per celebrare riti in occasione di Sukkot o "Festa dei Tabernacoli".
Autobus pieni di palestinesi cittadini israeliani, diretti a al-Aqsa in aiuto dei compatrioti asserragliati da giorni nel luogo di culto sotto attacco, sono stati bloccati dalla polizia sionista. La polizia ha anche impedito a studenti e lavoratori di raggiungere scuole e posti di lavoro. La Spianata delle Moschee è ancora sotto la minaccia dei coloni che intendono effettuare riti talmudici all'interno di al-Aqsa. Le forze di occupazione hanno arrestato 75 palestinesi da quando sono scoppiati disordini nella Gerusalemme Vecchia.