Mattarella: fare presto o governo provvisorio

Sergio Mattarella avvia le consultazioni al Quirinale dopo le dimissioni di Giuseppe Conte, consapevole di essere ad un bivio: o un governo solido o...

Crisi di governo, le parole di Conte: Questo governo finisce qui

Comincia alle 15 e finisce pochi minuti prima delle 16 il discorso di Giuseppe Conte in Senato, concludendo con l'annuncio delle sue dimissioni di...

Tutti in fila per il titolo di bomber della Serie: Ronaldo vs Quagliarella, Piatek l’outsider

Mancano meno di tre settimane all’inizio del campionato di Serie A, il calciomercato sta entrando nel vivo e anche nell’ottica del titolo di...

La iattura dello spread

Sempre più spesso riecheggia la parola “spread”. Pur tuttavia, molte persone non sanno ancora cosa essa intenda.

Celebrano la Repubblica, ma ne disattendono la Costituzione

Costituzione della Repubblica Italiana, Articolo 1 L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che...

Cronaca

Addio a Tanino Ferrola alias Renato Forlani

Il 5 luglio 2019 alle ore 11,15 è morto Renato Forlani, storico pioniere della radio e televisione privata di Foggia.
Leggi Tutto...

Politica

Oltre la politica

Periodicamente, gli italiani vengono chiamati a esprimere il loro voto. L'ultima volta, lo hanno fatto alcuni giorni fa. Così le maggioranze politiche mutano nel corso degli anni. Nel frattempo, la gente seguita a sperare: spera che la situazione socioeconomica nazionale cambi in meglio.
Leggi Tutto...

Economia

Cercare tra gli appartamenti in affitto a Verona

Oggi la gran parte di coloro che stanno cercando una casa in affitto, lo fa online. Questo metodo permette di trovare gli appartamenti in affitto a Verona molto più rapidamente di un tempo, senza neppure uscire di casa. I vantaggi della ricerca online sono dovuti in gran parte a siti dedicati a questo tipo di offerta, che consentono di filtrare i risultati della ricerca secondo i parametri che più interessano.
Leggi Tutto...

Sport

Giochi di carte: sport o no?

Questa è una domanda che molti si potrebbero fare e che è stata oggetto di dibattito per anni.
Leggi Tutto...

Cultura

Alte Marche Altra Musica Festival

Alte Marche Altra Musica Festival - Seconda edizione Dal 4 al 14 agosto 2019 dieci giorni di musica dal Mondo nelle terre dell'Appennino Pesarese Anconetano
Leggi Tutto...

Scienze e Tecnologie

Sono davvero tutti casino online sicuri quelli proposti dal web, scopriamo come saperlo.

Giocare su casino online sicuri oggi è un tema molto ricorrente visto che sono sempre di più le persone che si avvicinano a questo mondo e l'aspetto delle sicurezza è un tema molto caro in questo ambiente soprattutto quando si parla si online.
Leggi Tutto...

Nei giorni scorsi i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli hanno sequestrato oltre 400 reperti archeologici detenuti illegalmente.

L'importante sequestro è il frutto di un'indagine finalizzata a contrastare i fenomeni di saccheggiamento in danno dei siti archeologici campani, ascrivibili non solo all'azione criminale dei c.d. tombaroli ma anche all'operato di semplici appassionati della materia che spesso, privi di specifiche competenze e senza alcuna autorizzazione, effettuano ricerche archeologiche "fai da te" sul territorio.

L'operazione di recupero di Salerno si colloca proprio in quest'ultima ipotesi. Le investigazioni condotte in stretta sinergia con i funzionari della soprintendenze archeologiche campane hanno portato infatti all'individuazione di un sessantanovenne salernitano, che nelle sue abitazioni di salerno e somma vesuviana deteneva una cospicua quantità di reperti archeologici, frutto di ricerche clandestine condotte in proprio principalmente nelle aree archeologiche del territorio vesuviano.

A seguito di perquisizione delle predette abitazioni, delegata dall'Autorità Giudiziaria salernitana ed effettuata dal nucleo TPC partenopeo con l'ausilio dei Carabinieri della Stazione di Salerno - Mercatello, sono stati rinvenuti e sequestrati materiali di vario genere: si tratta di frammenti di vasellame in bucchero e terracotta, elementi architettonici provenienti da antiche domus romane, mosaici e materiali di uso comune quale una punta di un aratro in bronzo.

Il possessore/ricercatore dei beni sequestrati è stato denunciato in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria.