E' notizia di cronaca recente. Secondo quanto riporta il quotidiano Milano Today, una donna ecuadoriana di 25 anni ha sostenuto un colloquio per un ottenere un posto da badante.

Dopo il colloquio, che si è svolto presso l'abitazione dell'anziana signora situata a Milano in zona Porta Ticinese, la futura badante è stata messa in prova per qualche ora. Nel frattempo, la nuora e il figlio si sono recati fuori per delle compere, lasciando la badante da sola con l'anziana.

Nonostante le precauzione di aver chiuso in una sala tutti gli ori e i soldi, la truffatrice è riuscita ad aprire la porta e a rubare tutto in pochi minuti, poi è uscita senza lasciare traccia di sé.

Se dovete introdurre a casa vostra un estraneo, è meglio avere molte precauzioni, perché oltre al furto, si possono rischiare anche danni peggiori, come aggressioni fisiche.

Si possono adottare diverse soluzioni, congiuntamente o separatamente:

A) introdurre in casa solo persone conosciute da voi e da vostri parenti, in modo da essere sicuri sull'onestà delle stesse;

b) se si desidera trovare una badante, è meglio non rivolgersi direttamente ai singoli, ma alle agenzie cooperative. Queste offrono maggiori garanzie che la persona sia onesta, anche perché è assunta da loro;

c) installare in casa telecamere e dirlo alla persona, oppure appendere un cartello "Attenzione area videosorvegliata", un po' come avviene nelle banche. Un truffatore non si azzarderebbe mai a compiere misfatti sapendo di essere ripreso. Il costo di una piccola telecamera da tenere in casa non dovrebbe essere eccessivo, intorno alle 500 euro, ma scongiurerebbe sicuramente possibili rischi; inoltre, è possibile collegare la telecamera ad un pc di qualche parente che potrà così tenere la situazione sotto controllo.

Questa precauzione servirebbe anche ad evitare agli anziani spaventi che possono pregiudicare la loro salute

Commenti

Potrebbero interessarti