Milano, 23 dicembre - Nell'aprire del 2007 è nato a Milano il pool anti-truffa contro i raggiri, un organo costituito dagli agenti della polizia locale e della polizia di stato.

Il pool è nato per contrastare il fenomeno sempre più diffuso delle truffe in danno agli anziani, che ultimamente si è incrementato in tutta Italia, e anche nel capoluogo lombardo.
Secondo quanto riporta il sito del comune di Milano "grazie ad una pluralità di arresti, di Ordinanze restrittive e di condanne, il fenomeno della truffa agli anziani si è ridotto del 70 %".
Per la polizia, una delle "maggiori difficoltà" in questo genere d'indagine è quella di individuare gli autori degli atti criminosi, che vengono spesso intercettati grazie al loro modus operandi, che li contraddistingue e li rende perciò maggiormente rintracciabili.
Questi malviventi hanno modificato il loro modo di agire, perché, a differenza del passato, si muovono in gruppo, e sempre secondo uno schema consolidato; utilizzano macchine a noleggio e radiotrasmittenti per non lasciare traccia con i cellulari.
I truffatori spesso utilizzano i proventi degli illeciti per creare attività commerciali lecite.
Poiché le truffe in danno agli anziani cagionano ai malcapitati un forte danno psicologico, il pool anti truffa ha "avviato" un progetto con l'ospedale San Carlo di Milano, finalizzato all'aiuto degli anziani che hanno subito la truffa.
Spesso, infatti, le vittime dei raggiri vengono privati di oggetti che per loro hanno valore affettivo. Non solo, cadono anche in depressione perché si vergognano di essere stati raggirati.
La polizia esorta le vittime a non vergognarsi di chiedere aiuto. In caso di difficoltà è possibile chiamare il numero 02 88456893 "riservato" esclusivamente agli anziani in difficoltà.