Odontoiatri, veterinari e farmacisti che vogliono curare facendo ricorso a erbe, medicinali omeopatici e agopuntura potranno iscriversi in appositi elenchi.
La Commissione sanità, presieduta da Fabio Roggiolani dei Verdi, ha infatti licenziato con voto unanime una proposta di legge che regola l’esercizio delle medicine complementari anche da parte di chi cura animali e salute dentale.

La Regione Toscana, si ribadisce nella legge, “garantisce il principio della libertà di scelta terapeutica dl paziente e la libertà di cura del medico” e a questo scopo stabilisce che gli Ordini dei medici chirurghi ed odontoiatri, veterinari e farmacisti istituiscano elenchi dei professionisti che esercitano le medicine complementari e rilascino specifiche certificazioni sui requisiti.

Sarà inoltre costituita una Commissione per la formazione nelle medicine complementari che avrà il compito di definire i criteri di accreditamento e verifica degli istituti di formazione e i criteri sufficienti per l’ammissione all’elenco dei medici chirurghi, odontoiatri, veterinari e farmacisti che praticano le medicine complementari.

La proposta di legge, che è stata presentata a firma dei consiglieri Fabio Roggiolani (Verdi), Filippo Fossati (Ds), Anna Maria Celesti (Forza Italia), Mario Lupi (Verdi), Luca Ciabatti (Rifondazione Comunista), Marco Cellai (An), approderà adesso in aula per il voto finale.

Al termine della seduta il presidente della Commissione Fabio Roggiolani ha dichiarato: “Sono felice perché è una legge sulle medicine complementari che rompe con l’idea che esistano medicine alternative e che consente ai cittadini toscani, in linea con quanto già previsto dal sistema sanitario regionale che ha incluso nei livelli essenziali di assistenza omeopatia, fitoterapia a agopuntura, di avvalersi in maniera integrata di tutte le conoscenze mediche a disposizione dell’umanità.

Sono particolarmente felice del voto bipartisan, e ringrazio per questo la vicepresidente Anna Maria Celesti e tutta la Commissione”

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info