L’impegno dell’ASL 2 Savonese per il biennio 2008/2009 L’adozione di stili di vita non corretti rappresenta una vera e propria emergenza sanitaria che comporta un significativo aumento di rischio per le principali cause di mortalità e morbilità riconosciute nella popolazione adulta.

L’ASL 2 Savonese, consapevole di quanto la Prevenzione possa essere utile nel combattere e ridurre l’incidenza delle malattie cronico-degenerative come delle morti evitabili e, conseguentemente, anche dei costi sanitari e sociali ad esse correlati, aveva già voluto dare particolare rilievo all’attuazione del Piano Regionale 2005-2007 attraverso la redazione del “Piano Aziendale della Prevenzione 2005-2007”, documento strategico che orienta l’ attività aziendale in senso preventivo.

A seguito della proroga del Piano Nazionale e Regionale 2005/2007 nonché a seguito della riconferma dei loro relativi obiettivi, il Dipartimento di Prevenzione dell’ASl 2 Savonese ha elaborato un documento aggiornato: PIANO AZIENDALE DELLA PREVENZIONE 2008 / 09

Tale documento, presentato ufficialmente oggi nel corso di una conferenza stampa, descrive in maniera sintetica tutte le azioni di prevenzione in cui le varie Strutture aziendali, sia ospedaliere che territoriali, sono o saranno impegnate nel biennio 2008/2009. Sono stati considerati solo i progetti dotati di completezza e strutturalità, capaci cioè di rispondere ai criteri dell’EBP (Evidence Based Prevention) proponendo azioni di dimostrata efficacia preventiva in relazione al contesto (epidemiologico, organizzativo, ecc.) considerato.

In questo contesto, il Dipartimento di Prevenzione, istituzionalmente preposto alla promozione della salute, oltre a partecipare a singoli progetti con le proprie Unità Operative, ha il ruolo di raccordare e coordinare le diverse azioni, individuando eventuali sinergie che possono renderle più efficaci ed efficienti

Il Piano della Prevenzione dell’ASL2 rappresenta dunque l’applicazione e la traduzione a livello locale, dei Piani di Prevenzione Nazionale e Regionale che hanno individuato quali ambiti prioritari di intervento: le malattie cardiovascolari, il diabete, le patologie tumorali, le vaccinazioni, l’obesità, gli incidenti stradali e domestici, gli infortuni sul lavoro.

Elenchiamo qui di seguito tutte le iniziative previste nel Piano 2008/2009, suddivise per area di intervento:

1. “PREVENZIONE DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE”
• PROGETTO “A SCUOLA DI CUORE”

2. PREVENZIONE DELLE COMPLICANZE DEL DIABETE
• “PIEDE DIABETICO : PREVENZIONE, DIAGNOSI E TERAPIA DELLE ULCERE DIABETICHE E DEL PIEDE DIABETICO “

• “EDUCAZIONE TERAPEUTICA IN GRUPPI DI DIABETICI”

3. SCREENING ONCOLOGICI
• “SCREENING MAMMOGRAFICO ASL 2 SAVONESE”
• “SCREENING ONCOLOGICO PER IL CANCRO DEL COLON-RETTO ASL2”

4. VACCINAZIONI
• PROGRAMMI DI VACCINAZIONE
1) Implementazione delle Anagrafi Vaccinali Informatizzate (AVI)
2) Attivazione campagne di recupero per la vaccinazione contro morbillo, parotite, rosolia e per i vaccini previsti dal PNV per i soggetti appartenenti a gruppi vulnerabili
3) Miglioramento della qualità dell’offerta vaccinale
4) Campagna regionale di vaccinazione HPV
• VACCINAZIONE IN AMBIENTE PROTETTO
• PREVENZIONE DELLA BRONCHIOLITE DA VRS NEL NEONATO E NEL LATTANTE A RISCHIO. SOMMINISTRAZIONE DI “PALIVIZUMAB” ( SYNAGIS- ABBOTT) PER LA PREVENZIONE DI INFEZIONI DA VRS
• PROGETTO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA DI VACCINAZIONE ANTIROSOLIA del DIPARTIMENTO MATERNO-INFANTILE
• PROGETTO di ATTUAZIONE del PROGRAMMA di VACCINAZIONE ANTIROSOLIA INTERVENTI del REPARTO OSPEDALIERO di OSTETRICIA e GINECOLOGIA

5. PREVENZIONE DELL’ OBESITA’
• “UN AMICO DI NOME PESCE”
• “FRUTTA…MELA MANGIO TUTTA”
• PROGETTI di EDUCAZIONE ALIMENTARE NELLE SCUOLE
• PROGETTO DI PROMOZIONE DELL’ALLATTAMENTO AL SENO NELL’AMBITO DELLE ATTIVITÀ CONSULTORIALI
• SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEL SOVRAPPESO E DELL’OBESITA’ IN ETA’ INFANTILE- ADOLESCENZIALE
• PROGETTO: OKKIO ALLA SALUTE
• COLLABORAZIONE AL PROGETTO DELLA COLDIRETTI DI SAVONA “EDUCAZIONE ALIMENTARE A SCUOLA”
• PROGETTO: “A.A.A. ALIMENTAZIONE ATTIVITA’ ABITUDINI”

6. AMBITO DI INTERVENTO: SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI
• PROGETTO : PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI DA ASSUNZIONE DI SOSTANZE PSICOATTIVE

• PREVENZIONE INCIDENTI STRADALI
• PROGETTO “INTERVENTI DI PREVENZIONE DELL’ABUSO ALCOLICO NELLE SAGRE ESTIVE”
• PROGETTO “ ALCOL E SICUREZZA NEI CANTIERI”

7. AMBITO DI INTERVENTO: SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI DOMESTICI
• SICUREZZA DELLA POPOLAZIONE ANZIANA IN AMBITO DOMESTICO

8. PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI LAVORO
• COLTIVIAMO LA SALUTE NEL SETTORE AGRICOLO
• “VIGILANZA NELLA CANTIERISTICA”
• PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE “SALUTE E SICUREZZA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO” ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI

• PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE “SALUTE E SICUREZZA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO” ISTITUTO TECNICO GEOMETRI


Rispetto all’impianto del 2007, il Piano presentato oggi è stato arricchito con le iniziative ideate o realizzate dalle Strutture dell’Ospedale Santa Corona, integrate a pieno titolo, anche per questa occasione, nel disegno aziendale globale.

Un altro importante capitolo nel settore della Prevenzione è rappresentato dall’attività di educazione alla salute rivolta al mondo della scuola, con il quale la Sanità collabora da molti anni realizzando interventi nei confronti degli studenti, degli insegnanti e dei genitori, con la finalità di favorire stili di vita corretti, di fornire informazione sanitaria, di migliorare la conoscenza e l’utilizzo dei servizi sanitari.
Il Piano Aziendale della Prevenzione 2008-2009 presenta dunque in appendice un interessante cruscotto contenente i dati relativi a questo particolare settore di attività.
Solo per dare un esempio di quanto impegno richieda questo genere di iniziative si pensi che, nel corso dell’anno scolastico 2007/2008, sono stati effettuati 1283 interventi nelle scuole, coinvolgendo 1080 classi di studenti su temi che vanno dall’alimentazione, alle dipendenze, alle malattie infettive, alla sessualità

Non dimentichiamo poi che il Dipartimento di prevenzione è anche impegnato nello Studio “Passi” . Tale studio si inserisce tra le attività promosse dal Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie (CCM) e consiste in un sistema di sorveglianza sui fattori di rischio comportamentali ed i programmi di intervento realizzati per la promozione di comportamenti di vita più sani.
Obiettivo di questo progetto di indagine è quello di monitorare alcuni aspetti della salute della popolazione italiana di età compresa fra i 18 e i 69 anni in rapporto ad interventi di programmi specifici (in atto o in via di realizzazione) relativi ai principali fattori di rischio comportamentali e all’adozione di misure preventive previste.

In ultimo si sottolinea ancora che la finalità del Piano della Prevenzione dell’ASL2 è
l’ incremento dei livelli di salute della comunità e a tale scopo vuole adottare il punto di vista di chi deve beneficiare della prevenzione e non di chi la fa, nell’interesse del cittadino utente.

Referente: Dott.ssa Marina Scotto
Direttore Dipartimento di Prevenzione ASL 2 Savonese
Tel: 019.840.5913

Commenti

Potrebbero interessarti