Centinaia gli eventi previsti in tutta Europa per la Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro: dal 19 al 23 ottobre. L'obiettivo? Comunicare l'importanza della valutazione dei rischi per  tutti i luoghi di lavoro.

La Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro si svolge dal 19 al 23 ottobre, nell'ambito della campagna bi-annuale sugli ambienti di lavoro sani e sicuri, ed è organizzata dall'Agenzia per la salute e la sicurezza sul lavoro (EU-OSHA) e dai suoi partner.

In tutta Europa si svolgeranno centinaia di eventi e attività riguardanti la
sicurezza e la salute, che vanno da conferenze a sessioni di formazione
ed eventi inter-aziendali. Una nuova relazione su uno studio di casi
fornisce informazioni pratiche sulla prevenzione dei rischi.

È stato noto per parecchio tempo che la valutazione del rischio è
fondamentale per un'efficace gestione della sicurezza e della salute, e
sembra che l'opinione pubblica stia prendendo in considerazione questo
messaggio. Jukka Takala, direttore dell'EU-OSHA, afferma che "pur
essendovi parecchi buoni esempi di aziende, anche piccole, che
gestiscono i rischi in modo sistematico ed efficace, sussiste ancora un
gap che la nostra Campagna ha cercato di riempire.

Spero che l'elevata quantità di informazioni, materiale, link web e attività messe in atto abbia contribuito a meglio comprendere che la valutazione del rischio è il primo passo verso posti di lavoro sani e sicuri".

La settimana europea intende incrementare i livelli di consapevolezza e
comunicare l'importanza della valutazione del rischio per tutti i posti di lavoro. L'EU-OSHA e i suoi partner procedono in questo senso:

. Incoraggiando i datori di lavoro, i lavoratori e altre parti
fondamentali a svolgere un ruolo attivo nella campagna paneuropea.

. Rafforzando la consapevolezza sia delle responsabilità legali che della necessità pratica di valutare i rischi sul luogo di lavoro.

. Promuovendo gradualmente un semplice approccio alla valutazione dei
rischi, semplicemente utilizzando materiale informativo gratuito disponibile sul sito EU-OSHA.

. Stimolando le aziende (in particolare le microimprese e le PMI) a svolgere internamente la loro valutazione del rischio.

Per la prima volta, l'EU-OSHA ha invitato i partner europei a prendere
parte alla campagna, aiutando a diffondere il messaggio. 43 tra aziende
e organizzazioni hanno risposto positivamente a questo invito lavorando
alacremente per dare alla valutazione del rischio un ruolo rilevante e,
durante la Settimana europea si occuperanno in particolare
dell'organizzazione di attività in tutta Europa.
Allo stesso tempo, i punti focali nazionali dell''EU-OSHA (istituzioni nel campo della SSL operanti in ciascun paese) sono operatori fondamentali per rendere la campagna una realtà a livello nazionale.

Nell'ambito della campagna, l'EU-OSHA ha pubblicato un'importante
relazione intitolata "Valutazione, eliminazione e riduzione sostanziale dei rischi occupazionali", con informazioni pratiche sugli interventi coronati da successo nei luoghi di lavoro dell'UE, al fine di eliminare o controllare i rischi.
Destinata ai responsabili della valutazione del rischio e delle decisioni sulle misure preventive, la relazione annovera 18 studi di casi particolareggiati e 7 studi più brevi che coprono una vasta gamma di settori economici e di tipologie di rischio.
Essi vanno dalla prevenzione delle ferite provocate da aghi all'interno degli
ospedali alla riduzione dei rischi di movimentazione manuale nei canteri
navali.
La relazione conclude affermando che molti rischi possono essere
evitati o eliminati completamente, e, nel caso dei rischi non gestibili,
la soluzione più efficace è affrontare i rischi alla fonte.

Francesco di Cosmo