Società

Società e Costume è lo spazio dedicato a tutto ciò che accade intorno a noi, specie sul piano dei comportamenti. Comprende vari argomenti specifici quali: Istruzione e Formazione, Natura e Ambiente, Religione, Stranezze e Curiosità, Modi di vivere, Istituzioni, Fatti e Opinioni, Auto e Motori, Vignette

 

Laureato in Giurisprudenza con 110 e lode a soli 22 anni, avvocato con il massimo dei voti ad appena 25 anni, primo in un concorso pubblico indetto da un’azienda municipalizzata del Comune di Foggia per un posto di “Capo Sezione del personale”, ma escluso dalla graduatoria con la fantasiosa dicitura di “sovradimensionato rispetto all’incarico da ricoprire”, questo è solo una piccola parte del curriculum di tutto rispetto che può vantare un giovane avvocato pugliese , tale Eugenio Gargiulo da Foggia .

Il 45enne legale foggiano, già balzato agli onori della cronaca nazionale in passato per la incredibile vicenda della sua esclusione in un concorso pubblico per laureati in quanto , a detta della commissione d’esame, “troppo bravo” per quell’incarico da ricoprire , è ora nuovamente citato dai quotidiani nazionali e sul web per via di un’ulteriore vicenda paradossale che attualmente lo riguarda.

Nello specifico, l’avvocato Eugenio Gargiulo , dopo oltre 20 anni di “professione legale” , è stato costretto a cancellarsi dall’albo di appartenenza , presso l’Ordine degli avvocati di Foggia, in quanto, per farla breve, “troppo povero” per l’avvocatura, in quanto impossibilitato a pagare gli onerosi contributi previdenziali, divenuti obbligatori, in forza della nuova legge professionale forense, anche nei confronti di quegli avvocati, specialmente più giovani, con un reddito annuo molto basso ed addirittura uguale a zero!!!

E’ davvero un’ingiustizia sociale , che viola addirittura i principi costituzionali e quelli della Carta europea dei diritti umani, quella perpetrata dalla nuova legge di riforma della professione forense, non a caso definita legge “taglia avvocati” perché ha cancellato dagli albi ,“in un colpo solo”, ben 30.000 avvocati italiani nell’arco del solo 2015 , per meri motivi economici e non basandosi invece su principi e valori “meritocratici”!

Non va dimenticato - commenta l’avv. Eugenio Gargiulo – che quei 30.000 avvocati italiani, costretti a cancellarsi dagli albi per pure questioni economiche hanno, in realtà, superato un esame durissimo per poter abilitarsi alla professione forense ed hanno impiegato risorse economiche ed umane per potersi iscrivere nei rispettivi albi territoriali di appartenenza.

Rimanere iscritto nell’albo avvocati – continua Eugenio Gargiulo – quando si è costretti dalla nuova legge a “sborsare” oltre 5.000 euro l’anno tra contributi previdenziali, assicurazione professionale obbligatoria , spese di ufficio, ecc…diventa un’impresa impossibile per quel legale , per lo più giovane, che non riesca a percepire un reddito annuo dignitoso e spesso addirittura al di sotto di quanto gli venga richiesto come esborso annuale!

In conclusione, tornando alla vicenda specifica dell’avv. Eugenio Gargiulo, evidentemente il giovane legale foggiano è “perseguitato” dall’aggettivo “troppo” , in quanto è passato in pochi anni dalla definizione di “troppo bravo” per i concorsi pubblici, a quella attuale di “troppo povero” per poter restare a pieno diritto nell’avvocatura italiana ………

Foggia, 13 maggio 2016

avv. Eugenio Gargiulo

polizia di stato 701x300
Il metodo di correzione negli esami di Stato o nei concorsi pubblici è sempre lo stesso: si dichiarano corretti i compiti che non sono stati nemmeno visionati. Per attestare ciò detto non si abbisogna di microfoni o micro spie nelle segrete stanze delle commissioni e dei "Compari". Basta verificare i tempi di correzione se siano sufficienti e controllare le prove se e come sono state corrette, anche in relazione alle altre prove ritenute idonee. I Tar di tutta Italia ne scrivono di nefandezze commesse. Nel ribellarsi, però, non si caverà un ragno dal buco: perchè così fan tutti!! Giudicanti, ingiudicati.

E’ giunto tanto puntuale quanto inatteso, l’anatema lanciato da Andrea Bruno Mazzoccato, arcivescovo di Udine, contro gli ambienti bancari e finanziari, durante l’omelia pronunciata in occasione della Messa del Lunedì dell’Angelo, celebrata con i detenuti del penitenziario di Tolmezzo.

L’email, ovvero la posta elettronica, è stata “inventata” addirittura nel 1971, anche se il grosso dell’umanità l’avrebbe conosciuta molto più tardi, all’inizio degli anni ’90. Dapprima a pagamento, ed aspettando anche mezz’ora che un messaggio arrivasse a destinazione, mentre oggi, gratis e con tempi istantanei. E la nostra vita è cambiata per sempre!

polizza casa

Assicurare la casa è un'operazione alla quale ricorrono in tanti per proteggere la loro abitazione, ma si tratta di una pratica meno semplice di quanto si potrebbe pensare; una firma, infatti, non è sufficiente a mettere la propria casa al riparo da incendi e furti e sono tanti gli elementi ai quali bisogna prestare attenzione prima di stipulare un'assicurazione di questo tipo.

europa bandiera crisi shutterstock 331741943
Si sente parlare sempre più spesso di poveri. Soprattutto, dopo l’introduzione dell’euro. Su un aspetto della vicenda, non viene tuttavia fatta la necessaria chiarezza: infatti, non risulta ancora chiaro chi sia da ritenere veramente povero.

Sottocategorie

Auto e Motori. L'automobile, uno dei più amati "giocattoli" per adulti

Notizie e innovazione su Salute, benessere, malattie, ginecologia,farmaci per la cura, patologie infantili, gravidanza, terza età

Le vignette sono una forma d'arte mediante la quale l'Autore esprime e riassume in una sola immagine, anche corredata da fumetti esplicativi, un'intera situazione. Sono particolarmente apprezzate le vignette satiriche ed umoristiche. Sono vignettisti famosi Giorgio Forattini, Tullio Altan, Massimo Bucchi, Renato Calligaro e altri.

Stop femminicidio a cura della dott. Rosa Aimoni
Una rubrica in cui si raccontano i fatti di cronaca sulla violenza alla donne, con il fine di non far cadere nell'oblio ciò che succede.

 

mondo digitale

Notizie su Internet, ICT, computer, robot, software, applicazioni, videogiochi, fotocamere, cultura, elettronica

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet