“Con l’approvazione del bilancio del 2008 il Comune di Taranto torna in serie A”  - Nella mattinata di venerdì passaggio di consegna da Francesco Boccia presidente dimissionario dell’Osl (Organo Straordinario della Liquidazione) e Mario Pazzaglia. Attraverso le pagine del Nuovo Quotidiano di Puglia Boccia ha sottolineato come la città “ritorna alla normalità, ad essere un Comune come tutti gli altri.

Prima del dissesto di Taranto, per le banche dare soldi alle amministrazioni era sinonimo di certezza.
Il Comune di Taranto non sarà da D” e quindi non più inadempiente dopo l’approvazione del bilancio per il 2008.

Le dichiarazioni sono giunte durante il passaggio di consegna, avvenuta presso Palazzo Fornaro nella mattinata di venerdì, tra il presidente dimissionario Boccia a Mario Pazzaglia, adesso commissario insieme a Giuseppe Caricati.
Nei prossimi giorni è previsto l’arrivo a Taranto di un dirigente interno alla presidenza del Consiglio che svolgerà le funzioni di terzo componente dell’Osl.
Le cifre, quindi, parlano chiaro. Il Comune ha liquidato la metà dei circa 5 mila creditori. Dalle casse del Comune, però, dovranno ancora essere rimborsati circa 105 milioni di euro. Della cifra l’ente sarà in grado di pagare 45 milioni ricavati dalla vendita del patrimonio comunale e dal pagamento dei tributi.

Attualmente l’Osl gode della disponibilità di cassa di circa 60 milioni di euro.
Per liquidare tutti i creditori ne mancano ancora 45 milioni. Il Comune, quindi, dovrà ancora rimborsare circa 2.500 creditori entro la fine dell’anno. Il chiarimento di Francesco Boccia, durante la conferenza stampa, ha soprattutto sottolineare come “L’Osl ha pagato tutto quello che il Comune ha certificato”.

Un messaggio che sicuramente risolleverà, anche se solo in minima parte, il morale di quanti, tra lavoratori e cittadini tarantini, stanno vivendo con scioperi e tasse sempre più care dopo il dissesto finanziario che, ad ottobre del 2006, lo stesso Boccia aveva dichiarato essere di 637 milioni di euro.

Una realtà che ha portato Taranto in ginocchio dopo la gestione della giunta di centrodestra guidata da Rossana Di Bello.

Informazioni  Puglia

Notizie  Taranto

Potrebbero interessarti