02242017Ven
Last updateGio, 23 Feb 2017 10pm

Sport

Lo sport al giorno d' oggi riveste un' importanza che travalica il fatto tangibile, fino a divenire parte del nostro immaginario e modus vivendi, specchio (inconscio) della nostra società, forma privilegiata di socializzazione collettiva e leale strumento per mettersi in sana discussione con gli altri.

Germania campione del mondo

Germania campione del mondo

La Germania porta a casa la sua quarta coppa del mondo dal sapore molto particolare in quanto conquistata in Brasile, storicamente terra votata al calcio e che ha espresso nel tempo grandi campioni e grandi squadre.


In finale ci va l'Argentina!

Vince largentina
Ci sono voluti i classici 120 minuti di gioco più i rigori, per designare la seconda finalista di questi campionati del mondo Brasile 2014. Ed il verdetto finale dice Argentina che affronterà la Germania domenica prossima al Maracanà di Rio de Janeiro.

L'Italia stecca la seconda

Prandelli ed il suo undici in campo non concede il bis contro la Costarica e costringe il popolo "italiota" a dovere soffrire da adesso fino allo scontro con l'Uruguay di Edison Cavani.

Clamoroso: Brasile 1 Germania 7

Brasile ko
Il 4 giugno 1961 il grande Sandro Ciotti pronunciò la famosissima frase "Clamoroso al Cibali" per commentare l'inopinata sconfitta dell'Inter ad opera di un molto meno blasonato Catania.

L'Italia s'é desta

Quando ​Mario ​Balotelli ha inzuccato, con il suo testone, la palla in fondo al sacco decretando così la vittoria degli azzurri per 2 a 1 sulla nazionale inglese, immagino che l'urlo ​ dei tifosi italiani,​ si sia levato all'unisono​,​ nell'ormai classica riunione in famiglia, al bar, in pizzeria, nelle piazze​,​ davanti ad enormi schermi tecnologicamente avanzati.

Tutti addosso a Balotelli

balotelli mondiale 2014
Mario Balotelli si è sfogato sui social network dicendo che lui ha dato tutto per la nazionale e che ha la coscienza a posto! Ma allora viene da pensare e da dire che tecnicamente è scarso dato che in 3 partite ha combinato poco. 

A testa bassa

Usciamo a testa bassa dal campionato mondiale in Brasile. Mi sembra la metafora di un'Italia che non riesce a scrollarsi di dosso un periodo nero a tutti i livelli: politico, economico, sociale. E adesso anche nello sport non riusciamo a dimostrare di avere gli attributi per competere con le altre nazioni.

Sottocategorie

poesie report on line