weddingIl matrimonio: uno dei momenti più belli e significativi per una coppia, che sancisce un'unione sempre di una grande sacralità, al di là del rito scelto. Eppure parliamo anche di uno dei momenti più stressanti che possano mai essere vissuti: organizzare un matrimonio significa non solo sognare una vita finalmente insieme, o la costruzione di una famiglia, ma essere anche tormentati dai dubbi, dalle tensioni, e ovviamente dallo stress dei preparativi che, come sicuramente saprete, potrebbero mandare al manicomio persino la coppia più lucida e preparata. E non è un caso che molti decidano di rivolgersi ad un wedding planner, oppure di seguire i consigli di autentici big del settore. Come Nicola Santini, giornalista e grande esperto di bon ton, il quale ha stilato una classifica di consigli per gli sposini: vediamone insieme alcuni

1. Evitare abbuffate colossali         


Il primo consiglio, quando si organizza un matrimonio, è di lasciar perdere i buffet pantagruelici. Si tratta di una considerazione che, se ci riflettete, potrebbe addirittura salvare la vostra festa di matrimonio dalla tipica scena dell'assalto al bancone delle pietanze. Inoltre, mantenendo lo stomaco dei vostri invitati più leggero, non solo eviterete una guerra fatta di file chilometriche, di spintoni e di forchette che si incrociano davanti ai camerieri esterrefatti, ma farete sì che siano anche più lucidi durante il resto della serata. E sicuramente più coinvolti, perché togliendo del tempo all'abbuffata potrete impiegarlo per fare attività più divertenti. Come distrarre, dunque, gli invitati durante le foto di rito degli sposi? Uno stuzzichino ed un cocktail sono l'ideale.    

2. Partecipazioni tecnologiche? Dipende  

Il matrimonio è un rito sacro e dalla grande tradizione: cercate sempre di evitare qualsiasi eccesso in un senso, ma anche nell'altro. Da questo punto di vista, considerate sempre le partecipazioni come un qualcosa da spedire secondo i normali canali postali: non azzardatevi a mandarle via e-mail, perché rendereste il vostro matrimonio un evento davvero triste. Ma la tecnologia può comunque tornare molto utile: ad esempio, potreste rivolgervi ad un portale specializzato come ratioform.it per acquistare online le vostre buste per la spedizione delle partecipazioni.           

3. Gli abiti: sì alla tradizione, no ai cliché  

Uno dei consigli più spassionati riguarda gli abiti degli sposi: va bene ovviamente la tradizione, come nel caso dell'abito bianco della sposa, ma non deve diventare mai un banale cliché. Ed è per questo motivo che si sconsiglia alle suocere di indossare il classico abito blu luccicante. Inoltre, se le tradizioni non vi stuzzicano, non fatevi prendere dal panico e scegliete liberamente il vostro vestito: non susciterete mai scandalo, al massimo un po' di curiosità.

4. Fiori e tempismo   

Gli addobbi floreali sono un dettaglio importantissimo del vostro matrimonio: pensate ad essi almeno 10 mesi prima, riflettendo sui fiori che desiderate maggiormente e prendendo già accordi con un fioraio, così da evitare di farvi prendere per il collo all'ultimo minuto. Se invece volete risparmiare e fare un favore a Madre Natura, e se siete aperti alle novità, potreste realizzare i fiori con della carta riciclata, creando degli addobbi fai da te innovativi e divertenti.    

5. Una location vicina vicina

Quando organizzate il ricevimento del vostro matrimonio, cercate sempre di unire l'utile al dilettevole. In questo senso, a nessuno piace dover percorrere chilometri su chilometri per spostarsi dalla chiesa (o dal municipio) alla location della festa. Il consiglio, dunque, è di organizzare il ricevimento prenotando una location che sia vicina al luogo del vostro matrimonio.  

6. Wedding planner? Alle volte è una necessità   

Scegliere la location, la disposizione degli addobbi ed il menù? Uno dei momenti più complicati e stressanti. In questo caso, il fai da te potrebbe fallire clamorosamente: il consiglio è di delegare questi aspetti del vostro matrimonio ad un wedding planner professionista.     


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info