La Model 3 è l'auto più economica di Tesla. In Italia sarà venduta nel 2019 dal mese di febbraio ad un prezzo a partire dai 59.600 euro.

Ogni modello presenta un touchscreen da 15 pollici dinamico che va dal multimediale all'aria condizionata, alle impostazioni generali dell'auto. Ciò elimina la necessità di pulsanti fisici sul dashboard il che dovrebbe risultare user-friendly.

Le apparecchiature standard includono la connettività wi-fi, Bluetooth, streaming audio in Internet, una telecamera posteriore, due porte USB e l'accesso senza chiave. Un pacchetto di upgrade premium porta sedili riscaldati regolabili elettricamente, uno stereo potenziato e una console centrale rivista con due dock per smartphone.

Tutte le configurazioni sono dotate del sistema di assistenza al pilota “Autopilot” di Tesla, ma gli acquirenti possono potenziarlo con pacchetti opzionali, consentendo alla vettura di controllare la velocità in base alle condizioni del traffico e cambiare corsia automaticamente. È disponibile anche un pacchetto aggiuntivo per consentire la "piena capacità di guida autonoma" in futuro.

La Model 3 avrà due versioni, la Long Range (prezzo di listino 59.600 euro) con trazione integrale che potrà viaggiare fino a 544 km con una singola carica, secondo le cifre ufficiali, e raggiungere i 100 km all’ora da fermo in 5,1 secondi, raggiungendo una velocità massima di 233 km all'ora.

 L'altro modello, la Model 3 Performance (prezzo di listino 70.700 euro), potrà coprire 530 km con una carica, con uno sprint 0-100 kmh in 3.5 secondi e una velocità massima di 250 km/h.La Model 3 ha quindi una maggiore autonomia rispetto alle auto elettriche più economiche come la Nissan Leaf e la Renault Zoe. 

È probabile che le varianti più veloci vengano offerte più avanti, utilizzando sempre lo stesso sistema elettrico di base.Lo scopo di Tesla è quello di offrire un'esperienza estremamente pratica e conveniente ai suoi clienti. Per garantire ciò, Tesla sta investendo molto nella tecnologia di ricarica in tutti i principali mercati mondiali.

Come qualsiasi Tesla, la Model 3 può essere caricata con uno dei suoi Supercharger o inserito in un caricabatterie più lento, che può essere installato in luoghi come garage o giardino di casa. A differenza del modello S, tuttavia, i proprietari della Model 3 non avranno libero accesso alla rete di Supercharger; per farlo, dovranno pagare le ricariche attraverso un contratto pay per use. In Europa esistono 430 stazioni con le colonnine di ricarica Supercharger, per un totale di 3600 punti di ricarica. 

In attesa della Tesla Model 3 che arriverà in Italia solo nel 2019, visita il sito www.tuttiautopezzi.it per trovare tutto quello che ti serve per l'auto dei tuoi sogni!