All'inizio di ogni anno per chi ha un capitale da investire si pone sempre il problema di quali siano i prodotti finanziari più convenienti su cui investire.

Spesso a veri e propri must, come l'investimento in oro, di cui parleremo nel corso dell'articolo redatto con l’aiuto degli esperti di inventimenti-sicuri.it, si aggiungono nuovi strumenti e prodotti finanziari che stanno incontrando il favore dei mercati, per le ragioni più disparate. Bene, vediamo quali sono i trend ad inizio 2017 per chi vuole investire i propri risparmi con un buon grado di sicurezza.

Il sempre verde oro

Quando si parla di investimenti non nominare l'oro potrebbe essere considerata una cosa folle. In effetti il sempre amato metallo giallo continua ad emozionare ed appassionare milioni di investitori, da quelli istituzionali al piccolo risparmiatore, per molti ancora a giusta ragione. Certo, il settore è altamente speculativo, basti pensare a quello che è successo a fine 2016.

Subito dopo l'elezione di Donald Trump alla guida degli Stati Uniti d'America, l'oro ha conosciuto uno strano ed improvviso crollo della quotazione, che si è poi gradualmente ripresa ad inizio 2017. Detto questo, l'investimento in oro può essere sia fisico, quindi mediante l'acquisto di lingotti e monete, che finanziario.

In quest'ultimo caso, certo più adatto al piccolo risparmiatore che non vuole accollarsi i costi e i rischi della gestione dell'oro fisico, sono disponibili sul mercato vari strumenti finanziari ad hoc. Tra i più interessanti segnaliamo gli ETC (Exchange TradedCommodities) e i Futures, che però lo ricordiamo sono derivati, quindi prodotti che possono generare anche grandi utili, ma con un fattore di rischio importante.

Le obbligazioni convertibili

Anche se non ancora ampiamente apprezzate in Italia, le obbligazioni convertibili sono dotate di alcune caratteristiche che le rendono un prodotto conveniente e con un alto grado di sicurezza. Un'obbligazione convertibile, infatti, consente al sottoscrittore di scegliere, al momento del rimborso, se preferisce il rimborso strettamente finanziario oppure lo scambio con titoli di altro tipo e di valore equivalente.

Esistono due tipi di conversioni obbligazionarie, una definita diretta, dove la conversione avviene in azioni dell'emittente, mentre l'altra, definita indiretta, da la possibilità di ottenere azioni di un'altra società.

Bond sovrani

L'investimento in titoli del debito pubblico di paesi in via di sviluppo può regalare rendimenti veramente molto elevati e la cosa, se si fa la scelta giusta, è molto più sicura di quanto tanti possano essere portati a pensare.

Uno degli esempi migliori in questo senso è dato dai bond emessi da paesi africani, come la Nigeria e lo Zambia, che da un lato garantiscono sulla stabilità politica, dall'altro, essendo paesi di un continente che non da molta fiducia agli investitori privati, offrono interessi certamente superiori alla media.