In questi ultimi anni la passione per la cucina è cresciuta in modo esponenziale. E’ vero, molte persone hanno il problema di essere intolleranti a degli alimenti, ma questo non solo non deve essere un limite, ma può essere spunto per trasformarsi in nuove occasioni ed esperienze; stravolgere ove possibile le tradizioni culinarie, sperimentando e utilizzando ingredienti e prodotti prima sconosciuti ai più.

E’ ormai noto che sempre più persone soffrono di intolleranze alimentari e proprio per questo motivo diverse aziende esperte nel settore, hanno deciso di investire nella ricerca di prodotti che soddisfino il più possibile le esigenze dei consumatori.

La celiachia ad esempio è un’intolleranza permanente al glutine, complesso proteico contenuto in molti cereali (frumento, segale, kaputt, orzo, farro e altri cereali minori). Il glutine è presente nel pane, nella pasta, nei biscotti, nella pizza e in ogni altro alimento prodotto con tali cereali.

L’incidenza della celiachia è cresciuta esponenzialmente negli ultimi quarant’anni a causa di un maggiore inserimento dei carboidrati nella dieta, compare  quando il soggetto predisposto ingerisce il glutine.

L’unica terapia al momento efficace è la dieta priva di glutine, da seguire in maniera rigorosa per tutta la vita al fine di mitigare i segni della malattia.

Il paziente celiaco, sia quando la diagnosi avviene da piccoli che in età adulta, nasce con una predisposizione genetica, necessaria ma non sufficiente a favorire la manifestazione patologica. I geni in questione appartengono al complesso maggiore di istocompatibilità e sono presenti nel 30% della popolazione.

La sintomatologia è varia e in alcuni casi anche assente. Clinicamente si distingue fra una forma classica di celiachia, una atipica ed una asintomatica. Nella forma classica di celiachia il sintomo principale è la diarrea cronica con sindrome di malassorbimento. Altri sintomi possibili sono perdita di peso, ritardo nella crescita, gonfiore addominale e deficit di vari nutrienti. Quando la celiachia si presenta in forma atipica si manifesta con un quadro clinico dominato dalla presenza di uno o più sintomi extraintestinali quali anemia, dolori osteo-articolari, crampi muscolari, dermatite erpetiforme, irritazione della pelle, afte orali, formicolio alle gambe ed ai piedi, irritabilità o depressione. Infine, nella forma asintomatica la celiachia è priva di sintomatologia particolare.

Ad oggi, non c’è cura farmacologica per la celiachia. L’unica terapia efficace prevede l’eliminazione del glutine dalla dieta. Questo significa sostituire le farine che contengono glutine, in primis il frumento, con farine alternative presenti in natura quali riso, grano saraceno, mais, miglio, sorgo.

Per una alimentazione senza glutine, allora, il giusto punto di riferimento è la linea Giusto® Senza Glutine, che vanta una gamma di oltre 100 prodotti diversi tra pane, pasta, dolci e merende, tra le più ampie sul mercato senza glutine, si trova in tutte le migliori farmacie, nei negozi specializzati, ma anche nelle catene della GDO come Carrefour e Coop.

Tutti i prodotti della linea sono notificati al Ministero della Salute e sono inseriti nel registro dei prodotti rimborsabili. La dieta senza glutine è impegnativa e costosa ma numerose sono le attività promozionali di Giusto, anche per coloro che spinti da semplice curiosità volessero provarli pur non soffrendo di celiachia.

Inoltre, i prodotti Giusto® Senza Glutine di Giuliani sono adatti a chi è intollerante al glutine o a chi per scelta vuole avvicinarsi alla dieta senza glutine senza rinunciare al gusto dei prodotti con il glutine.

“La qualità che cerchi, il gusto che vuoi“. Con Giusto Senza Glutine, puoi!


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info