Il sogno relativo allo stadio Zaccheria di Foggia, per la prossima stagione 2017-18 , da disputarsi nel campionato italiano di serie B, è quello rilanciato già da marzo dall’avv. Eugenio Gargiulo, noto legale foggiano e tifoso storico del Foggia calcio, e mutuato anche dalla proprietà della società rossonera nella persona di Fedele Sannella che, non più tardi di fine aprile dichiarava pubblicamente di avere anche lui in mente uno stadio all’inglese ,un vero e proprio mix tra l’ Estadio Calderon e lo Juventus Stadium , da realizzarsi con il congiungimento della gradinata alle due curve, l’arretramento delle panchine in Tribuna Ovest e l’abbattimento delle barriere.

Lo Zaccheria a forma di “catino chiuso” somiglierebbe così anche allo stadio  “Ciro Vigorito” di Benevento che abbiamo potuto ammirare nella bellezza delle sue coreografie in occasione della recentissima finale di play off che ha regalato ai sanniti la storica  promozione in serie A.

A proposito della realizzazione del progetto dei cd. “formaggini”, congiungenti le due curve dello Zaccheria con la Tribuna est, è intervenuto anche l’assessore comunale Sergio Cangelli , il quale in occasione della stipula ,finalmente, della convenzione tra Comune e società del Foggia calcio ha dichiarato che  "Questa convenzione trentennale permetterà anche alla società di poter usufruire di ulteriori lavori, ad esempio quelli riguardanti il collegamento tra le curve e la gradinata, che consentirebbe di rendere più forte la vicinanza dei tifosi ai giocatori, con lo Zaccheria che diventerebbe un catino chiuso".

Il nostro desiderio è quello di abbattere le barriere” – ha aggiunto Sannella che sulla capienza ha poi spiegato: “Si potrebbe arrivare a circa 22mila spettatori coi “formaggini” che unirebbero la gradinata con le due curve. Pensiamo ad un progetto utile a poter ospitare anche la Nazionale. Cerchiamo di prevedere eventi futuri importanti, sfruttando anche il sostegno di Di Biagio (ct dell’under 21, ) che ci è vicino da tempo”. 

“Se avessimo avuto precedentemente le necessarie autorizzazioni da parte del Coni, avremmo potuto già avviare un progetto definitivo con i lavori che sarebbero potuti partire dal lunedì successivo alla gara contro il Melfi. La capienza che potremmo raggiungere sarà di circa 22.000 posti, considerando anche la nostra volontà di unire le due curve alla gradinata nei due angoli, creando nuovi posti dove ora ci sono i teloni pubblicitari. Poi sistemeremo le vetrate, allargheremo la Curva Nord, ma la cosa a cui teniamo di più, il nostro massimo desiderio, è quello di abbattere definitivamente le barriere, e contestualmente arretrare le panchine lato tribuna. Diventerebbe una chicca così lo Zaccheria, uno stadio all'inglese". 

In definitiva – conclude l’avv. Eugenio Gargiulo-  attualmente sembrano sussistere tutti presupposti necessari per poter procedere all’ampliamento, all’abbellimento ed a quei lavori di maggiore fruibilità da parte dei tifosi dello storico impianto sportivo comunale di Foggia che , dalla sua, ha l’innegabile vantaggio di essere stato realizzato con quel “fisiologico” fascino all’inglese, che lo rendono uno tra i 20 più belli stadi d’Italia.  Quindi sotto con i lavori e le opere necessarie per realizzare i “formaggini” e tutto quanto previsto nel progetto Sannella !!!

Foggia, 14 giugno 2016                                           

avv. Eugenio Gargiulo