Finalmente chiuso il verbale per le richieste risarcitorie. Mercoledì in Commissione lavori pubblici anche 22metri quadri di strade Il 28 novembre del 2012 un tornado travolse la cittadina di Statte.

Da quel momento in poi i cittadini colpiti dal grave evento atmosferico hanno dovuto rincorrere carte bollate e cavilli amministrativi.Si è trattato di un iter procedurale molto lungo e non nascondo il fatto che trovo ingiustificabili i tempi di risposta nei confronti di chi in molti casi ha dovuto far fronte al disagio di un tetto divelto o di una recinzione della propria casa completamente distrutta con le proprie economie – afferma il Sindaco di Statte, Franco Andrioli – ma oggi per fortuna siamo alle battute finali e speriamo di poter archiviare quella pagina triste della storia moderna della nostra comunità al più presto.Il primo cittadino di Statte si riferisce infatti al verbale di chiusura dell’indagine suppletiva chiesta dalla Regione Puglia su 87 pratiche risarcitorie.

Su 67 pratiche si era già raggiunto l’ok, ma sulle restanti richieste si era resa necessaria un ulteriore implementazione di documentazione.Il verbale definitivo sarà chiuso in questi giorni – annuncia il Sindaco – e subito dopo si farà pressione sulla Regione affinché ponga in primo piano il fascicolo “Tornado” .Nel frattempo sempre in risposta agli interventi richiesti nel post tornado mercoledì prossimo alle 15.30 tornerà a riunirsi la Commissione lavori pubblici presieduta dal consigliere Paride Nasole.
Nei lavori di Commissione si decideranno gli ultimi interventi di ripristino di aree pubbliche. In elenco anche 22mila metri quadri di strade tra i quartieri centrali e la zona residenziale di Statte.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info