Cronaca di Milano

Martina Levato Alexander Boettcher 1Milano, 28 gennaio - Martina Levato e Alexander Boettcher saranno processati con il rito abbreviato condizionato, come richiesto dalla difesa.

I due giovani sono accusati di aver aggredito Pietro Barbini buttandogli addosso dell'acido muriatico. Il fatto è accaduto lo scorso dicembre a Milano in Via Giulio Carcano. 

kabobo 1Adam kabobo, l'uomo di nazionalità ghanese che nel maggio del 2013 uccise tre persone prendendole a picconate, è stato condannato dalla Corte d'Assise d'Appello di Milano a vent'anni. 

Il collegio giudicante era composto dal presidente Anna Conforti e dal giudice a latere Fabio Tucci.

Milano, 16 gennaio - Carmen Zizza e Nicole Minetti, due nomi accomunati per lo stesso scandalo, quello delle "spese pazze" fatte rimborsare dalla Regione Lombardia. 

carmen zizza Carmen Zizza (nella foto) che rivestiva la carica di direttore generale di Asam, la holding della Provincia, è stata licenziata con l'accusa di aver effettuato, nel biennio 2013-2014, spese per l'importo di 237 mila euro, addebitandole alla Regione.

Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, a seguito dell'abrogazione delle Province l'Asam è passata sotto il controllo della Regione, per poi essere incorporata da Finlombarda, una "società pubblica che ha il compito di attuare i programmi regionali di sviluppo economico, sociale e del territorio", come riporta il sito.

Elena di Salvia, Responsabile Area Legale di Finlombarda, dopo aver effettuato diverse analisi dei conti ha subito spedito una lettera a Carmen Zizza. Nello scritto sono state elencate le numerose spese sostenute dalla Ziizza e poi addebitate alla Regione; l'importo totale, oltre ad essere esorbitante, non sarebbe nemmeno giustificato se rapportato alle effettive attività dell'Asam, una società che all'epoca aveva solo tre dipendenti.

Le spese ingiustificate riguardano: alberghi, ristoranti, viaggi, noleggio auto, cellulari, convegni.
Interpellata, la Zizza avrebbe addotto delle giustificazioni, che però sono state ritenute inattendibili. Così è scattato il licenziamento.

nicole-minetti Un'altra donna coinvolta nello scandalo della "spese pazze" in Regione Lombardia è Nicole Minetti, ex consigliere regionale di Forza Italia.

La Minetti è stata condannata dalla Corte dei Conti a restituire allo Stato la somma di 13 mila euro per spese, del tutto ingiustificate, fatte rimborsare dalla Regione.

Secondo i giudici della Corte dei Conti, "le spese devono rispondere a criteri di decoro, sobrietà ed economicità".

Non appartengono a questa categoria quelle fatte dalla Minetti per acquistare il libro dal titolo "Mignottocrazia", oppure quelle per organizzare il suo compleanno all'Hotel Principe di Savoia. Spese insomma, che secondo la Corte non hanno nulla a che fare con l'attività politica.

Commenti

Potrebbero interessarti