Cheat codes e gaming

Può una passione trasformarsi in una fonte di grande frustrazione? Questo può accadere soprattutto quando qualcuno bara, adottando delle tecniche non consentite attraverso l’utilizzo di software appositi. Nel gaming online succede continuamente: giochi in multiplayer come Call of Duty, ad esempio, abbondano di giocatori che riescono a collezionare decine di “kill” di fila senza mai essere sconfitti o individuati dagli altri. Quando succede, non ci troviamo di fronte a fenomeni di un altro pianeta, ma a individui che usano cheat codes, hacks ed exploit. Il nostro obiettivo, oggi, è chiarire di cosa si tratta, come funzionano e come riconoscerli.

Cosa sono e come funzionano i cheat codes?

Quando si parla di cheat codes e di hacks, si fa riferimento a dei programmi di hacking particolari: clients che permettono di manipolare il codice di un videogioco per trarne vantaggio a scapito degli altri partecipanti, o del sistema di intelligenza artificiale. Il loro funzionamento è una questione di mera informatica: si infiltrano nei bug del gioco, consentendo di fare delle cose altrimenti proibite, e sono naturalmente considerati anti-etici nonché illegali. Alcuni esempi di ciò sono i codici che consentono di ottenere l’immortalità, di avere sin da subito i vantaggi altrimenti concessi solo dopo il level up, o la possibilità di passare attraverso le pareti. Inoltre, alcuni hacks avanzati permettono di modificare l’intero contesto del gioco, aggiungendo o togliendo elementi dal quadro.

Perché è meglio evitare di ricorrere agli hacks?

Chi utilizza gli hack clients, soprattutto in multiplayer, rischia il ban perenne del proprio indirizzo IP dai server online che consentono il multi-giocatore: questo significa che l’utente non avrà più l’opportunità di sfruttare questa parte del videogioco, dovendosi limitare alle modalità offline. Per primeggiare senza barare, è sempre meglio ricorrere alla lettura delle tante guide che si trovano su Internet: valide non solo nel multiplayer, ma in qualsiasi campo del gaming. Un altro settore particolarmente apprezzato dagli utenti del web sono i giochi di casinò online, ed il web offre tantissime guide per aumentare la probabilità di vincita anche a questi giochi. Per esempio, leggendo questo articolo potrete imparare come vincere alle slot machine, senza per questo ricorrere a cheat codes o hacks.

Come riconoscere un cheat code?

Quando si gioca con altri utenti reali in multiplayer, è anche possibile capire se qualcuno sta utilizzando un hack. Ad esempio, quando venite inesorabilmente colpiti dalle pallottole di un nemico (anche se vi trovate a chilometri di distanza), è altamente probabile che si tratti di un AimBot: un hack che permette di tracciare una linea per portare a segno al 100% il colpo. Un’altra tipologia di cheat code molto diffusa è l’Auto Function: in questo caso il cheater imposta dei comportamenti da adottare in automatico, nel caso si presenti un certo contesto di gioco. Altri trucchi illegali sono lo Spider e il Fly: se notate un giocatore correre sui muri o volare, si tratta proprio di questo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info