Zaccheo (PSI): “Non sono gli immigrati il pericolo. Avviare subito nuova stagione di legalità e trasparenza”. A memoria d’uomo non ricordo un periodo elettorale così pieno di fenomeni delinquenziali e piccoli e grandi attentati a chi gravita nel mondo della politica. Il clima di tensione che si respira in questi giorni in città impone una seria riflessione sull’ordine pubblico e sul tema della legalità sul nostro territorio.

Così Cisberto Zaccheo, referente locale dell’Unione Sindacale Imprenditori e Coltivatori della provincia di Taranto e candidato al consiglio comunale di Taranto nella lista del PSI.
Viviamo in un territorio che va pacificato e reso luogo sicuro per tutti i nostri concittadini – dice Zaccheo – ed è vile l’attacco di alcuni esponenti politici che abbinano gli episodi di violenza alla presenza sul territorio comunale di cittadini stranieri o immigrati ospitati per poche ore nell’hotspot al varco nord del Porto.
Negli ultimi tre anni da Taranto sono passati migliaia di immigrati e nessun reato penale è ascrivibile alla loro presenza – commenta Zaccheo – diverso è il fenomeno di corruttela che spesso gravita attorno al fenomeno e che fa, ad esempio, dell’accoglienza un business tutto italiano.
Ma tornando al clima di tensione in città Zaccheo aggiunge.
Abbiamo bisogno di una nuova stagione di legalità e trasparenza – dice Zaccheo - che metta nelle condizioni i cittadini di vivere serenamente in un territorio epurato dal commercio abusivo, dal mercato illegale, dalle lotte di predominio sul mercato della droga e delle armi da parte di alcuni clan criminali, dalla furbizia che consente a cittadini di avere un alloggio popolare e altri no, e anche da fenomeni di sfruttamento del lavoro nero o limitazione della libertà come nel caso della tratta delle africane costrette a prostituirsi a pochi passi da un centro commerciale in piena città.
Una città che torni a mettere al centro delle sue azioni politiche la dignità degli uomini e delle donne, grazie anche ad una azione più incisiva da parte dell’ente civico.
Il nuovo decreto sulla sicurezza urbana – spiega Cisberto Zaccheo – è un articolato pacchetto di misure che ha come obiettivo il potenziamento degli interventi degli enti territoriali e delle forze di polizia nella lotta al degrado delle aree urbane. Per tale ragione occorrerà subito trovare le risorse per potenziare il corpo dei vigili urbani e organizzare una presenza più massiccia per le strade della città.
Per parlare di giustizia e legalità il PSI ha invitato a Taranto anche il senatore Enrico Buemi, capogruppo al Senato del Partito Socialista e componente della Commissione permanente Giustizia e Antimafia. Buemi insieme al candidato sindaco Rinaldo Melucci, sarà nella sede del Comitato Elettorale di Patrizia Mignolo, in viale Virgilio 61 sabato 27 maggio alle 17.00.

Maristella Bagiolini


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info