Morta in ospedale per errata trasfusione di sangue

Una donna di 84 anni è morta venerdì, 13 settembre, all’ospedale di Vimercate, vicino Monza, per una trasfusione sbagliata. La sacca di sangue potrebbe essere stata scambiata con quella di un altro paziente. L'ospedale ha confermato il decesso della donna e di aver immediatamente allertato la Procura di Monza, parallelamente all'avvio di un'indagine interna.

Dalle prime ricostruzioni parrebbe che ci sia stato un errore avvenuto in seguito a un caso di omonimia: stesso cognome. La donna era ricoverata per un intervento dovuto alla rottura di un femore. 

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha predisposto l'invio degli ispettori del Centro Nazionale Sangue per indagare sulla morte della donna. Gli esperti del Centro dovranno verificare cosa è successo nella catena dei controlli.