Il corpo può soffrire di diverse malattie e versare in diverse condizioni negative. Questo riguarda anche tessuti molto particolari come le unghie, che possono andare incontro a patologie molto profonde e fastidiose.

Quando si presenta una di queste malattie ungueali, le conseguenze si manifestano anche a livello psicologico: tollerare delle unghie malridotte e brutte a vedersi, non è facile per nessuno. Non lo è per le donne e non lo è per gli uomini. Eppure, informarsi su quali sono queste patologie è una ottima base di partenza per capire come determinarle. E dunque come poter intervenire per guarire dalle diverse malattie delle unghie (che possono anche somigliarsi fra loro).

Quali sono le patologie delle unghie più frequenti?

La regina delle patologie delle unghie è senza ombra di dubbio l’onicomicosi o micosi ungueale: si tratta di un’infezione dovuta ad un fungo che si installa sulla lamina penetrando in profondità, e danneggiandone la superficie. In genere questa infezione colpisce soprattutto le unghie dei piedi, ma non è raro che possa affliggere anche quelle delle mani. Un’altra patologia ungueale molto diffusa è l’onicoschizia: in questo caso le unghie sono molto fragili e tendono a sfaldarsi in prossimità della punta. Questa malattia può essere dovuta ad un utilizzo massiccio di prodotti chimici come gli smalti, oppure alla Sindrome di Raynaud. Anche le unghie fragili sono molto comuni: pur non trattandosi di una vera e propria patologia, questa condizione può dipendere da carenze vitaminiche e proteiche.

Altre malattie delle unghie molto diffuse

Sono molte le patologie delle unghie che possono alterare il colore delle lamine. Ad esempio, la Xantonichia fa assumere alle unghie un colore che va dal giallo scuro all’arancione: questa patologia ungueale è dovuta spesso al fumo delle sigarette, ma potrebbe anche essere causata da una malattia dell’apparato respiratorio. Nel caso di un colore violetto, in assenza di traumi, potrebbe essere presente una malattia cardiaca. Se si hanno ulteriori domande sulle patologie delle unghie, è possibile visitare questa pagina di faq di Trosyd, un’azienda che da anni rappresenta un punto di riferimento per le problematiche di unghie e pelle.

Esami dell’unghia: alcune informazioni utili

Qualunque sia la patologia che affligge le unghie, il consiglio è sempre quello di risalire alle cause tramite una visita specializzata, quindi prenotando un esame dell’unghia. Il suddetto esame viene effettuato generalmente da un micologo, dunque da un medico specializzato in questo settore. Ma in cosa consiste questo esame? Il medico controlla innanzitutto le condizioni esterne delle lamine, per farsi una prima idea. Successivamente, preleva un campione dell’unghia malata per sottoporlo a test di laboratorio. Questo campione viene diviso in due parti: una controllata al microscopio, l’altra messa in coltura, per capire se sono effettivamente presenti dei funghi nel tessuto.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info