Sclerosi Multipla

La sclerosi multipla (SM) è una malattia potenzialmente disabilitante del cervello e del midollo spinale (sistema nervoso centrale). Nella sclerosi multipla si verifica l'attacco del sistema immunitario alla guaina protettiva che ricopre le fibre nervose, la quale prende il nome di mielina. Ne conseguono problemi di comunicazione tra il cervello e il resto del corpo. La patologia porta anche al deterioramento e al danneggiamento dei nervi stessi.

 

Esiste una grande variabilità di segnali e sintomi della sclerosi multipla e questo dipende principalmente dai nervi interessati e dai danni prodotti dalla malattia. Alcune conseguenze possono comprendere la perdita della capacità di camminare autonomamente o l'incapacità totale di deambulazione, in alcuni casi possono esserci lunghi periodi di remissione senza nuovi sintomi.

 Tramite alcuni trattamenti è possibile migliorare il recupero dagli attacchi, migliorare il decorso della malattia e la gestione dei sintomi, tuttavia, attualmente non è stata trovata una cura per la sclerosi multipla.

Sintomi

 A seconda della localizzazione delle fibre nervose colpite dalla malattia possono essere riscontrati una notevole varietà di sintomi, i quali possono comprendere:

  • Debolezza in uno o più arti che si verifica tipicamente su un lato del tuo corpo alla volta, spesso interessa le gambe e il tronco.
  • Perdita parziale o completa della vista, di solito in un occhio alla volta, spesso con dolore durante il movimento degli occhi.
  • Visione doppia prolungata
  • Formicolio o dolore a varie parti del corpo
  • Sensazioni elettriche che si verificano con alcuni movimenti del collo, in particolare la flessione del collo in avanti (segno di Lhermitte)
  • Tremore, mancanza di coordinamento o andatura instabile
  • Fatica
  • Vertigini
  • Problemi riguardanti il funzionamento della vescica e problemi intestinali

Decorso di malattia

 Statisticamente il tipo di decorso più comune è di tipo recidivo-remittente. Le persone colpite sono soggette a periodi di nuovi sintomi o ricadute che si sviluppano nel corso di giorni o settimane seguite da una fase di recupero che può essere parziale o in alcuni casi totale. Queste ricadute sono seguite da periodi silenziosi di remissione della malattia che possono durare mesi o persino anni.

 Spesso si ha un aumento della temperatura corporea che può portare al peggioramento dei sintomi della patologia ma queste alterazioni non vengono considerate come delle ricadute.

 Circa il 60-70 per cento delle persone con SM recidiva-remittente sviluppano una progressiva progressione dei sintomi, con o senza periodi di remissione, in questo caso di parla si SM progressiva secondaria.

 Il peggioramento dei sintomi comprende solitamente i problemi inerenti la mobilità e l'andatura. La velocità di progressione della malattia tra le persone soggette da SM secondaria progressiva è molto variabile e difficile da prevedere.

 Alcune persone con SM presentano un graduale insorgenza e una progressione dei sintomi senza però avere delle fasi di ricaduta. In questo caso si parla di SM progressiva primaria.

Le cause

 Le cause che portano alla SM sono tuttora sconosciute; è considerata una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario del corpo attacca i propri tessuti. Nel caso di SM, il malfunzionamento del sistema immunitario distrugge la mielina (la sostanza grassa che coadiuva e protegge le fibre nervose nel cervello e nel midollo spinale).

 Metaforicamente la mielina può essere confrontato con il rivestimento isolante che avvolge i cavi elettrici; quando la mielina che protegge la la fibra nervosa è danneggiata, la fibra nervosa risulta esposta e i messaggi che percorrono quel nervo possono essere rallentati o bloccati. Anche il nervo può venir danneggiato.

 Non è chiaro perché MS si sviluppi solo in alcune persone, ma la causa sembre essere una concomitanza di fattori genetici e fattori ambientali.

Fattori di rischio

 Questi fattori possono aumentare il rischio di sviluppare la sclerosi multipla:

  • Età. La SM può verificarsi a qualsiasi età, ma colpisce di solito le persone tra i 15 e i 60 anni.
  • Sesso. Le donne possiedono circa il doppio delle probabilità di sviluppare la SM rispetto agli uomini.
  • Storia familiare. Se uno dei genitori o fratelli ha la SM, il soggetto ha maggiori rischi di sviluppare la malattia.
  • Alcune infezioni. Molti virus sono stati collegati alla SM, incluso Epstein-Barr, il virus che causa la mononucleosi infettiva.
  • Posizione geografica. Le persone di carnagione chiara, in particolare quelle che abitano nel nord-europea, hanno il massimo rischio di sviluppare la SM. Le persone di origine asiatica, africana o nativo americana hanno un rischio ridotto.
  • Clima. La SM è molto più comune nei paesi con climi temperati, tra cui il Canada, gli Stati Uniti settentrionali, la Nuova Zelanda, l'Australia sudorientale e l'Europa.
  • Fumo. I fumatori sono statisticamente più soggetti alla SM.

Complicazioni

I soggetti affetti ca sclerosi multipla possono sviluppare anche:

  • Rigidità muscolare o spasmi
  • Paralisi, tipicamente nelle gambe
  • Problemi alla vescica, l'intestino o alla funzione sessuale
  • Cambiamenti nell funzioni mentali tra cui dimenticanza o oscillazioni dell'umore
  • Depressione
  • Epilessia

Diagnosi

 Il sospetto di malattia viene posto, sulla base della presentazione clinica, dal medico, che potrà richiedere ulteriori accertamenti strumentali.

 Un criterio diagnostico essenziale della sclerosi multipla è la presenza di una disseminazione spaziale e temporale delle lesioni. Non è quindi possibile fare diagnosi clinica di sclerosi multipla al verificarsi del primo attacco.

 Alla TC le aree di demielinizzazione appaiono come ipodense. Gli esami più utilizzati comprendono:

  • Risonanza magnetica
  • Potenziali Evocati
  • Esame del liquido cefalorachidiano

 

Fonti:

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/ana.22366/full

https://medicinafisica.it

https://www.cambridge.org/core/journals/canadian-journal-of-neurological-sciences/article/epidemiology-of-multiple-sclerosis-a-critical-overview/B4542ABE36A34A5E884BFF57CAC1AB58

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/ana.410360805/full