per fortuna ci sono i climatizzatori

Inventato nel 1902 dall'ingegnere americano Will Carrier, il condizionatore può essere considerato come un oggetto che ha realmente "condizionato" la vita dell'umanità. La loro diffusione è stata sin da subito enorme in relazione ai benefici offerti e grazie alle enormi evoluzioni in campo tecnologico che si sono avute negli ultimi anni si è giunti a modelli attuali che sono ecosostenibili ed a basso impatto ambientale.

 Tipi di climatizzatori

I climatizzatori sono apparecchi in grado di rinfrescare gli ambienti mediante il controllo di temperatura, umidità e distribuzione del flusso d'aria, per contrastare le alte temperature e l'elevata percentuale di umidità tipiche della stagione estiva.

I vari modelli comprendono:

- climatizzatori fissi;

- climatizzatori portatili.

Climatizzatori fissi e portatili

Nel primo caso l'apparecchio è composto da due unità: una esterna, che viene montata fuori dall'abitazione e che è costituita dalla macchina; ed una interna (split), installata a soffitto, a parete oppure a pavimento. Nel secondo caso il dispositivo non viene montato a nessuna struttura fissa ma rimane mobile in quanto fornito di ruote inferiori; per la sua particolare conformazione non richiede la realizzazione di alcun impianto elettrico.

I climatizzatori di ultima generazione sono tecnologicamente molto evoluti ed offrono numerosi vantaggi funzionali; oltre alla capacità di raffrescamento possiedono infatti quella di riscaldare (pompa di calore), di deumidificare e di filtrare l'aria, contribuendo ad eliminare le particelle ambientali, i batteri e le muffe nocive alla salute.

La funzione "inverter" consente all'apparecchio di raffreddare velocemente l'ambiente e, una volta raggiunta la temperatura desiderata, di rimanere acceso a basso regime per mantenerla costantemente bassa. Tale opzione consente migliori prestazioni funzionali ed un risparmio energetico fino al 30% rispetto a quelli tradizionali.

Condizionatori portatili: opinioni

Il miglior condizionatore portatile è in grado di assicurare una resa ottimale senza richiedere il montaggio di alcuna apparecchiatura; si tratta della soluzione ideale per rinfrescare i singoli ambienti senza coinvolgere necessariamente un intero impianto.

Il vantaggio di tali dispositivi mobili è quello di non richiedere la realizzazione di un impianto elettrico di alimentazione in quanto è sufficiente una presa di corrente a cui attaccare la macchina. Inoltre, il loro utilizzo consente un notevole risparmio dei consumi energetici, con diminuzione delle spese di gestione e di installazione.

Le opinioni sui condizionatori portatili concordano sul fatto che il rapporto tra qualità del rendimento e costi globali è molto vantaggioso. Ogni apparecchio è fornito di un tubo che convoglia all'esterno l'aria calda e che deve essere posizionato tra gli infissi di una finestra oppure in un apposito foro sul vetro. Il principale vantaggio del condizionatore portatile senza unità esterna è quello di non richiedere alcun collegamento con l'esterno, oltre che di consumare decisamente meno rispetto ai modelli tradizionali. Il fatto di non richiedere la presenza del tubo rende tali apparecchiature estremamente versatili e di facile impiego.

Esistono poi condizionatori ecologici, ovvero dispositivi portatili, senza alcun tipo di installazione e ad elevato risparmio energetico; la loro caratteristica principale è di utilizzare unicamente gas naturali che non emettono anidride carbonica e che quindi non modificano l'ozonosfera. Alcuni modelli sono poi realizzati con materiali riciclabili, in grado di essere riutilizzati per la produzione di nuovi materiali.

Geizeer: il mini condizionatore che funziona per 4 ore

Un cubo di 14 centimetri, che non richiede alcuna alimentazione poiché va ricaricato, silenzioso ed economico, in grado di rinfrescare di 3 gradi un locale di 13 metri quadrati è stato realizzato da due progettisti abruzzesi.

Damiano Iannini e Ferdinando Petrella hanno progettato Geizeer, il mini condizionatore che, tramite una ventola ed una piastra eutettica (materiale delle borse refrigeranti) consente di rinfrescare gli ambienti fino a una distanza di un metro e venti centimetri. La batteria dell'apparecchio viene ricaricata tramite un cavo USB con un consumo minimo di elettricità; l'elemento rinfrescante è dotato di un'autonomia di 4 ore e può essere riutilizzato più volte. L'ice-pack precedentemente congelato nel freezer deve venire inserito nell'apparecchio che, una volta chiuso, incomincia a funzionare. Un’idea niente male che sarà molto utile soprattutto con queste temperature così elevate che si stanno registrando negli ultimi giorni.

Commenti

Potrebbero interessarti