Dai fumetti alle serie tv, il “Mese della scienza” chiude nel segno delle immagini. Illustrazioni, diagrammi e mappe (si pensi alla doppia elica del DNA), hanno sempre avuto un ruolo importante nella ricerca scientifica. E per divulgare concetti complessi, ai più piccoli e non solo, il fumetto si è dimostrato un linguaggio efficace.

E proprio al fumetto la Biblioteca Delfini dedica due appuntamenti pomeridiani sabato 18 novembre: alle 15 gli “esperimenti scientifici a matita” con Clod, noto fumettista modenese che ha esordito con Bonvi (il laboratorio è per ragazzi da 8 a 14 anni); alle 16,30, invece, il neuroscienziato e fumettista Matteo Farinella, di stanza alla Columbia University, presenta il suo “Benvenuti a Cervellopoli”, un viaggio nel sistema nervoso che abbina testi e illustrazioni originali a tutta pagina.
Domenica 19, con una nuova apertura domenicale pomeridiana della Delfini dalle 14.30 alle 20 alle 16,30, ancora fumetti nella biblioteca di corso Canalgrande 103 con le “pillole di scienza papera” del biologo Pier Luigi Gaspa, che invita piccoli e grandi “a lezione da Paperino”.


Si può parlare di scienza anche stando in poltrona davanti alla tv. Dal “Dr. House” a “Breaking Bad”, passando per “X Files” e “The Big Bang Theory”, molte serie televisive raccontano la scienza (e la fantascienza). Se ne parla sabato alle 18,30 sempre alla Delfini con Andrea Gentile, neuroscienziato che ha studiato le serie di maggior successo indagandone i contenuti scientifici.


La giornata di sabato propone anche due appuntamenti per ragazzi nelle biblioteche decentrate, entrambi con il Gruppo Pleiadi: alla Rotonda, alle 11, la lettura per i più piccoli “Lino, il semino che non si arrese”, mentre al Punto di lettura Madonnina, alle 17, si svolge lo spuntino scientifico di “Science Snack Bar”.
Per finire, domenica 19 alle 18.30 alla Delfini, è in programma l’ultimo degli Happy Hour Science, appuntamenti con buffet organizzati con il Sistema Bibliotecario di Ateneo. Dialogano sul tema “Naturale = Buono?” il fisico Davide Cassi, inventore della cucina molecolare, e il chimico Silvano Fuso, membro del Cicap (Comitato di controllo sul paranormale) e investigatore di bufale scientifiche. Introduce David Gambuli di inco.Scienza.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info