Sono tanti, sempre di più in un mondo dove trovare anche solo il tempo di incontrare un partner si fa mano a mano più difficile. E sono soli: qualcuno per timidezza, qualcuno per i troppi impegni, qualcuno per età, e qualcuno per le paure che derivano da cattive esperienze passate.

 

Sono il popolo dei cuori solitari, i tanti single del Paese, e si sono incontrati ieri in conferenza – online, in un ambiente virtuale e sicuro – come annunciato in un meetup la cui popolarità è andata ben al di là delle aspettative.

In effetti, è stato necessario perfino rifiutare l'accesso agli ultimi arrivati al meetup: la conferenza era privata, riservata ai membri della comunità virtuale di incontri per single incontritrasingle.com. Ma la stessa storia raccontata dai commenti al meetup dipinge un quadro interessante e particolare, ossia quello di un mondo di solitari decisamente stufi della propria situazione e determinati a incontrare il partner dei propri sogni.

Ma quali sono le ragioni di questa solitudine così diffusa, e di questa comune difficoltà a risolverla? Come dicevamo in apertura, dalla conferenza – intitolata “Parliamo di Single” - è emerso che i motivi dietro alla condizione di single sono tanti, e diversi: timidezza, mancanza di tempo, età. Molto numerosi, è risultato, sono i single che temono una nuova esperienza negativa dopo una storia finita male. Insomma, i single non sono tutti uguali.

Ma proprio per questo, anche quello che cercano questi nuovi “cuori solitari” non è sempre la stessa cosa. Durante la conferenza, ci raccontano gli organizzatori, è risultato evidente come, oltre a chi cerca la classica storia d'amore, ci sia una fetta sempre più consistente di persone che vuole qualcosa di più rilassato, almeno all'inizio. C'è chi cerca solamente compagnia, chi agli incontri di persona preferisce lunghe chiacchierate online – e del resto, l'intera conferenza è stata gestita in modo esclusivamente virtuale – e chi in definitiva vuole solamente trovare un po' di affetto.

E trovare una qualsiasi di queste cose, oggi, è diventato più difficile. Gli stessi strumenti che possono avvicinare le persone – pensiamo proprio alla comunità virtuale che ha organizzato il meetup – spesso le allontanano, isolandole ciascuna in una bolla da cui è difficile uscire.

La soluzione? A quanto pare, comunità sicure, ampie, dove sia facile conoscere virtualmente altre persone con gli stessi interessi prima di prendere il rischio – emozionale, prima di tutto – di conoscerle di persona e provare a costruire qualcosa.

E a giudicare dal successo di questo meetup e della community di incontritrasingle.com, si direbbe proprio che molti single non siano destinati a restarlo a lungo.