BMX per passione: cosa sapere prima di acquistarla?

Tutti ne abbiamo avuto una da piccoli e tutti l’abbiamo ammirata nel famosissimo film ET. Stiamo parlando della famosa BMX, inventata in America nel 1965 è una bici che serviva per guadagnare qualcosina attirando il pubblico con delle semplici acrobazie.

 Oggi fare acrobazie con la BMX è diventato uno sport molto praticato in tante nazioni. In Italia in particolare il periodo di massima diffusione della bicicletta BMX sono stati gli anni 80, ma anche durante questi ultimi anni la moda sta ripercorrendo il passato dando vita a nuove tendenze e biciclette BMX sempre più tecniche, spinte e performanti.

Com’è fatta una BMX

Queste bici sono generalmente più agili rispetto agli altri tipi di bici, anche grazie al telaio che è molto piccolo e leggero. Quest’ultimo è, comunque, molto resistente visto che le BMX sono ideate proprio per circuiti sterrati ed acrobazie impensabili rispetto ad altri tipi di biciclette, ed è grazie alla robustezza dei componenti che ad ogni salto la bici dimostra la sua resistenza alle enormi sollecitazioni dovute alle evoluzioni, salti ecc.

Ogni bicicletta è composta da diversi elementi che devono essere controllati regolarmente, in particolare con il passare del tempo. Una BMX Freestyle è composta principalmente dal telaio, caratterizzato dal peso, dal materiale e dalla misura. Quest’ultima corrisponde alla lunghezza del top tube, che in italiano viene comunemente detto cambrone. Essa viene misurata in pollici, la lunghezza minima in commercio è 14″ mentre la massima è di 24″.

Si passa poi alla ruota che è composta dal mozzo, dai cerchi (18″ o 20″), dalla camera d’aria e infine dal copertone che può essere di diversi materiali. Per procedere al completamento di una BMX bisogna avere la forcella, la pipetta e il manubrio che ha diverse misure di altezza, da 5″ a 10″.

I cranck, ovvero le pedaliere, possono essere più lunghe o più corte a seconda delle proprie esigenze. Poi troviamo i pedali che sono di forma quadrata con dei piccoli puntini ruvidi che permettono una maggiore aderenza.

Da non dimenticare la corona, che è di forma rotonda e presenta dei denti a punta per agganciare la catena, ultimo elemento della bici.

Acquistare una BMX

Prima di acquistare una BMX bisogna considerare la struttura fisica di chi dovrà guidarla. Secondo la statura del pilota le taglie delle ruote sono comprese tra 16 e 24 pollici, la taglia più comune è di 20 pollici. Le ruote sono dotate di copertoni larghi con o senza ramponi, c'è una sola corona, senza velocità ed un solo freno.

Sul mercato sono presenti BMX adatte a diverse esigenze. Quelle per i bambini si possono definire però come BMX polifunzionali, ovvero biciclette BMX adatte un po' a tutto, ovvero per essere utilizzate come una normale bici, come mezzo di trasporto, ma anche per imparare i primi trick e le prime piccole acrobazie del BMX freestyle. Le bici BMX per bambino che si possono trovare in commercio, sono solitamente biciclette economiche, ma possono essere molto diverse per qualità e caratteristiche e dunque sarà importante scegliere con attenzione, per non incorrere in possibili brutte sorprese.

Commenti

Potrebbero interessarti