islam

  • 22slde2
    Nell’analisi dell’uso di luoghi pubblici per la diffusione di messaggi estremisti da parte dei militanti islamisti, non poteva ovviamente mancare la scuola coranica, la madrasa, legata direttamente all’evoluzione dell’Islam e della politica islamica.

    Il termine madrasa deriva dalla parola darasa che significa ‘insegnare il diritto’, ed in effetti le prime scuole coraniche avevano l’obiettivo di diffondere questo tipo di insegnamento e le sue fondamenta, con le quattro diverse scuole giuridiche: hanbalita, hanafita, shafiita e malikita (4 dottrine che poi si svilupparono in determinate zone geografiche di espansione dell’Islam).

  • islamofobia
    L’opinione del dr Antonio Giangrande, scrittore, sociologo storico, blogger, youtuber, presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie. 
    A proposito delle vittime della Mafia e del Terrorismo islamico ed i soliti pregiudizi idioti. Per una volta, noi meridionali d’Italia vittime del razzismo becero ed ignorante, mettiamoci nei panni di quei mussulmani che terroristi non sono.

  • musulmani islam
    Dopo aver esaminato il ruolo delle moscheee delle prigioni nella diffusione di messaggi ed ideologie fondamentaliste, è importante esaminare anche quello giocato dalle comunità (umma).

    Esse hanno lo scopo di ‘unire, rappresentare e servire i musulmani d’Italia; promuovere i valori umani, la cittadinanza attiva e la convivenza tra tutti i membri della società, e costruire ponti tra le culture attraverso il dialogo e la partecipazione, tutelando l’immagine dell’Islam in Italia

  • 5449206 3x2 940x627
    I movimenti islamisti si servono anche di ‘Imam radicali’ le cui retoriche spesso attraggono più giornalisti che fedeli e, soprattutto, le critiche da parte dei leaders tradizionali che li accusano di rappresentare il falso, di essere in cattiva luce e di occupare un ruolo centrale soltanto nella radicalizzazione e nel reclutamento di musulmani europei diventati parte dei movimenti stessi.

  • primavere arabe
    Il rapporto tra Islam e democrazia politicaè da sempre terreno di aperti dibattiti tra intellettuali, studiosi e religiosi, soprattutto in quei Paesi secolarizzati, in cui la religione non è esplicitamente connessa con i poteri di governo, dove la laicità guida le decisioni in campo politico e sociale.

  • project 1586 body prayer inmate
    Se il ruolo delle moschee è diminuito nel reclutamento degli islamisti militanti, il contrario si può dire per quanto riguarda le prigioni. Ciò ha molto di paradossale: mentre le moschee possono essere il luogo pubblico meno controllabile, le prigioni sono spazi chiusi in cui l’accesso è molto ristretto; ed inoltre, come suggeriscono varie indagini e ricerche, esse sono un ambiente ad alta conduzione di radicalizzazione ed ideali per il reclutamento, condizioni destinate a crescere se non saranno controllate.

  • immagine articolo
    La minaccia globale costituita dal terrorismo ed emersa dal jihad contro l’occupazione sovietica in Afghanistan, è ormai esplosa in tutto il mondo musulmano: dal Nord al Sud e da Est ad Ovest dell’Europa e non solo.

  • isis propaganda photo
    L’enorme adesione alla corrente del Salafismo rivoluzionario (o jihadista) da parte soprattutto di convertiti all’Islam e foreign fighters, presenta questo movimento come la causa delle guerre islamiste sia sul suolo mediorientale e sia su quello occidentale. Sicuramente è uno dei movimenti più violenti ed aggressivi tra quelli islamisti, ma quali sono i motivi che spingono ad una conversione così radicale? Quali sono gli obiettivi di questo movimento che ha influenzato le menti dei leaders islamici più violenti?

Commenti

Potrebbero interessarti