Termoarredo: come sfiatare i termosifoni
Pin It

Quando la bella stagione finisce e ci si prepara all’inverno è fondamentale farlo nel migliore dei modi. Quando il freddo si farà sempre più rigido ci sarà bisogno dell’aiuto dei termosifoni.

Come tutte le cose anche questi hanno bisogno di manutenzione, seppur non eccessiva, ed è per questo che prima di accendere nuovamente l’impianto di riscaldamento è importante accettarsi che i termosifoni siano in grado di svolgere il loro compito. Per farlo puoi seguire questa guida. Se non te la senti puoi sempre affidarti ad un servizio tecnico, come quello offerto dalla ditta Idraulico presente a Roma.

 

Sfiatare i termosifoni e prepararsi al meglio per l'inverno

Per fare questo dovrai sfiatarli, ovvero liberarli da eventuali bolle di aria che si creano nelle tubature durante l’estate. Sfiatare i termosifoni potrà essere una manovra che dovrai fare anche durante l’inverno dopo mesi che utilizzi il riscaldamento, non è detto quindi che se lo farai a fine estate tu non debba aver bisogno di ripeterlo dopo qualche mese.

Un segnale importante che potrebbe aiutarti a renderti conto di questo è il rumore che emette il tuo termosifone, nel caso sia irregolare quasi sicuramente ha bisogno di essere sfiatato. Un altro dettaglio fondamentale nel caso ci siano bolle di aria è che il tuo termosifone si riscalderà esclusivamente nella parte inferiore mentre nella parte alta rimarrà freddo. Durante i mesi invernali, quindi, poni sempre attenzione a questi particolari per avere il massimo della resa dai tuoi termosifoni.

Questa manovra non solo ti aiuterà ad avere una maggiore resa da parte di essi ma contribuirà anche al risparmio nella prossima bolletta, in quanto eviterà che ci sia nella casa un caldo poco uniforme con un termosifone che funziona bene ed uno che invece è come se fosse spento. Risparmio e calore uniforme sono i vantaggi derivanti dall'esecuzione di un lavoro di questo tipo.

 

Cosa serve per sfiatare i termosifoni

Per sfiatare i termosifoni ti serviranno tutte cose che sicuramente avrai già in casa o nel caso non fosse così potrai facilmente trovare in negozio:

  • Chiave per radiatore (reperibili in ferramenta);
  • Secchio;
  • Panno.

Svolgimento dell'operazione di sfiato

Prima di tutto spengi l’impianto di riscaldamento, una volta che ti sei assicurato di questo potrai procedere. Nel caso tu stessi facendo quest’azione in pieno inverno, dopo che hai spento l’impianto è importante che tu aspetti anche un’ora affinchè tutti i termosifoni si raffreddano e non ci sia il rischio che tu possa bruciarti con vapore od acqua bollente.

Adesso individua la valvola del termosifone, la quale generalmente si trova in alto ed ha la presenza di un foro rotondo oltre a trovarsi sul lato opposto della valvola termostatica. Una volta individuata ponile sotto il secchio e proteggi con lo straccio il muro da eventuali schizzi. Con la chiave apri leggermente la valvola, mi raccomando poni attenzione e non avere fretta, deve essere un’azione fatta lentamente in quanto basterà mezzo giro o poco più fatto in senso antiorario. Se inizierai a sentire un sibilo significa che avrai raggiunto il limite necessario per sfiatare il termosifone, lascia sfiatare fino a far fuoriuscire parte dell’acqua, potrai richiudere in senso orari la valvola quando il getto dell'acqua scorrerà in maniera lineare. Asciuga per bene e svuota il secchio.

Adesso puoi riaccendere il tuo impianto di riscaldamento ponendo attenzione alla pressione dell’acqua, se anch’essa è regolare dunque inferiore a 2 bar, non ti resta che aspettare controllando se tutti i termosifoni riscaldano in maniera uniforme.

Pin It
TAGS:

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet