Aziende Informano

Aziende informano Vetrina promozionale per aziende

Si terrà a Catania, dal 6 al 12 giugno, al centro fieristico e culturale “Le Ciminiere”, la quinta edizione del MADEINMEDI, la settimana del fashion e del design Mediterraneo. Un evento patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Sicilia e della Provincia Regionale di Catania, che farà indossare alla città etnea un vestito inedito.

«È un’esperienza coraggiosa», ha dichiarato Marco Aloisi, ideatore del MIM, «perché smentisce il pregiudizio secondo il quale la moda ed il design, in Italia, si fanno soltanto a Milano: il MADEINMEDI è la dimostrazione visibile che la Sicilia e, più in generale, l’area euromediterranea hanno talento da vendere». Non solo nomi affermati, ma anche giovani emergenti: «Hanno bisogno di una vetrina importante all’interno della quale presentare il proprio estro creativo. Nella moda c’è sempre meno spazio per chi vuole presentarsi come una valida alternativa a nomi più blasonati, noi tentiamo di invertire la tendenza», ha spiegato Gabriella Ferrera, direttrice dell’Accademia Euromediterranea, la scuola di fashion, jewellery & global design ai cui allievi sono dedicate le sfilate della serata del 10 giugno e le mostre interattive.

“Le Ciminiere” saranno il set per un numero straordinario di eventi imperdibili, che saranno inaugurati il 6 giugno, alle 18:30, con la proiezione di un video a cura dell’Istituto Italiano di Fotografia, e la mostra di illustrazioni futuristiche dell’artista Giambattista Rosini con la sua “Cromosoma Bit”, una serie di installazioni grafiche che hanno come argomento la natura umana e le connessioni che essa crea.

Direttamente da Milano, poi, arriverà “Pregustando l’Expo 2015”, l’evento che lega il riciclo, la creazione di nuovi abiti da parte di stilisti emergenti e l’Expo 2015 di cui il capoluogo lombardo sarà capitale. «Abbiamo deciso di riproporre anche a Catania quest’evento perché la città sta dimostrando, soprattutto ultimamente, un forte interesse verso tematiche ambientali», ha detto Alessandra Cuttaia,  dello staff MADEINMEDI 2011 e responsabile della sede milanese dell’agenzia CastDiva che fornirà le modelle per le sfilate etnee.

Un altro degli eventi più attesi, è la presentazione della mostra virtuale “Centrale del latte”, a cura del dipartimento di Global Design dell’Accademia Euromediterranea: alle 18:00 del 7 giugno, sul sito web www.madeinmedi.org, sarà messo online un piano per la riqualificazione del primo stabilimento della latteria Sole, edificato nel 1954 e abbandonato da anni, che si trova in via Giambattista Grassi, a Catania. All’interno dello spazio virtuale ricreato dagli studenti , si potranno visitare le opere giovani designer negli ambiti della grafica, del web, del video, del gioiello, dell’interior, e dell’arte tout court.

E poi i workshop per fotografi di moda, stylist, make up artist, e hair stylist, con la partnership tecnica dell’Istituto Italiano di Fotografia, gli shooting attraverso la città e la premiazione dei vincitori del concorso per le scuole superiori MeNT, Mediterranean’s Next Talents.

Il clou si raggiungerà alle 21:00 del 10 giugno, con il debutto dei giovani fashion designer dell’Accademia Euromediterranea, e l’11 giugno, con la sfilata “SOOD” dedicata ai professionisti del settore. Saliranno sulla passerella brand come Siculamente, Marilù Fernandez e artiste internazionali come la coreana Hein Juel e la yemenita Aber Gazzi. Non mancherà un momento toccante ed emozionante: salirà sul palco la collezione di Antonio Attisano, il giovane licatese scomparso prematuramente lo scorso agosto, realizzata per volere dei genitori.

 

Si terrà l'8 giugno 2011, all'Iki Cafè di vico Santa Filomena, a Catania, la prima Girl Geek Dinner siciliana, l'evento in rosa dedicato alle donne appassionate di internet, nuovi media e high tech. Le fondatrici hanno tutte meno di trent'anni, e sono Aurelia Calì, Giuliana Di Mauro, Perla Maria Gubernale, Violetta Lima e Luisa Santangelo, cinque giovani donne siciliane diventate amiche grazie al web e ai social network. «Ho partecipato a una delle GGD di Roma e mi sono chiesta spesso per quale ragione in Sicilia non si riuscisse a organizzare un evento di questo genere, famoso per l'alto livello qualitativo e il suo grande valore nell'ambito del networking», ha spiegato Giuliana Di Mauro, studentessa della Facoltà di Architettura all'Università degli Studi di Catania, nonché ideatrice della serata.

Una Girl Geek Dinner, infatti, non è altro che un appuntamento destinato alle donne che vivono quotidianamente il web, e tentano di sfruttarne al meglio le potenzialità, senza chiudere le porte a chi non è un addetto ai lavori ma sa qual è la differenza tra Apple e Android. Un aperitivo informale per discutere di tecnologia e nuovi media e confrontarsi con delle relatrici (ogni speech durerà al massimo dieci minuti) preparate, giovani e dinamiche.

Proprio nell'ottica di rendere la serata accessibile al maggior numero di donne possibile, il tema scelto per la prima edizione siciliana è il low-cost, nelle sue svariate declinazioni. Le speaker, da tutta la Sicilia, si occuperanno di spiegare agli invitati come usare la rete a proprio vantaggio, in base alle rispettive aree di competenza: si parlerà di acquisti, moda, artigianato, matrimonio, design, eventi, editoria e open source, il tutto durante un aperitivo pieno di gadget offerti dagli sponsor.

Una GGD è senza alcuno scopo di lucro, ed è resa possibile soltanto grazie all'aiuto delle aziende che credono nelle donne e nel progetto. Per questa prima edizione, i due sponsor principali sono Zalando, lo shop online leader nella vendita di calzature in Germania, di recente anche in Italia, e Ibridi, un negozio di abiti e accessori originali, rigorosamente fatti a mano.

Media-partner dell'evento saranno il blog palermitano Rosalìo, Lapis, A-Catania.it, Radio Zammù, Step1, Tiragraffi, Geekissimo e FashionBlaBla, alcune delle realtà d'informazione online di maggiore successo in Sicilia e in Italia, a conferma dell'attenzione generata da un marchio di successo come quello della GGD, creato a Londra nel 2005 e diventato in pochi anni un format internazionale.

«Ci avevano detto che in Sicilia sarebbe stato più difficile, che avremmo avuto tante difficoltà e che non saremmo riuscite a farcela da sole», ha affermato Perla Maria Gubernale, una delle organizzatrici, «invece non è stato così: abbiamo incontrato moltissima gente che crede nell'innovazione e nella comunicazione, gente che vede nelle donne siciliane una grande forza che aspetta solo che le sia data la possibilità di farsi vedere».

La Girl Geek Dinner Sicilia ha un numero di partecipanti limitato a cinquanta: chiunque può iscriversi tramite il form che sarà messo online due settimane prima dell'evento, e sarà tenuto a confermare la sua partecipazione tramite mail, qualora richiesto dal team organizzatore.

Gli uomini sono ammessi solo se invitati dalle partecipanti.

Si terrà l'8 giugno 2011, all'Iki Cafè di vico Santa Filomena, a Catania, la prima Girl Geek Dinner siciliana, l'evento in rosa dedicato alle donne appassionate di internet, nuovi media e high tech. Le fondatrici hanno tutte meno di trent'anni, e sono Aurelia Calì, Giuliana Di Mauro, Perla Maria Gubernale, Violetta Lima e Luisa Santangelo, cinque giovani donne siciliane diventate amiche grazie al web e ai social network. «Ho partecipato a una delle GGD di Roma e mi sono chiesta spesso per quale ragione in Sicilia non si riuscisse a organizzare un evento di questo genere, famoso per l'alto livello qualitativo e il suo grande valore nell'ambito del networking», ha spiegato Giuliana Di Mauro, studentessa della Facoltà di Architettura all'Università degli Studi di Catania, nonché ideatrice della serata.

Una Girl Geek Dinner, infatti, non è altro che un appuntamento destinato alle donne che vivono quotidianamente il web, e tentano di sfruttarne al meglio le potenzialità, senza chiudere le porte a chi non è un addetto ai lavori ma sa qual è la differenza tra Apple e Android. Un aperitivo informale per discutere di tecnologia e nuovi media e confrontarsi con delle relatrici (ogni speech durerà al massimo dieci minuti) preparate, giovani e dinamiche.

 

Proprio nell'ottica di rendere la serata accessibile al maggior numero di donne possibile, il tema scelto per la prima edizione siciliana è il low-cost, nelle sue svariate declinazioni. Le speaker, da tutta la Sicilia, si occuperanno di spiegare agli invitati come usare la rete a proprio vantaggio, in base alle rispettive aree di competenza: si parlerà di acquisti, moda, artigianato, matrimonio, design, eventi, editoria e open source, il tutto durante un aperitivo pieno di gadget offerti dagli sponsor.

 

Una GGD è senza alcuno scopo di lucro, ed è resa possibile soltanto grazie all'aiuto delle aziende che credono nelle donne e nel progetto. Per questa prima edizione, i due sponsor principali sono Zalando, lo shop online leader nella vendita di calzature in Germania, di recente anche in Italia, e Ibridi, un negozio di abiti e accessori originali, rigorosamente fatti a mano.

 

Media-partner dell'evento saranno il blog palermitano Rosalìo, Lapis, A-Catania.it, Radio Zammù, Step1, Tiragraffi, Geekissimo e FashionBlaBla, alcune delle realtà d'informazione online di maggiore successo in Sicilia e in Italia, a conferma dell'attenzione generata da un marchio di successo come quello della GGD, creato a Londra nel 2005 e diventato in pochi anni un format internazionale.

 

«Ci avevano detto che in Sicilia sarebbe stato più difficile, che avremmo avuto tante difficoltà e che non saremmo riuscite a farcela da sole», ha affermato Perla Maria Gubernale, una delle organizzatrici, «invece non è stato così: abbiamo incontrato moltissima gente che crede nell'innovazione e nella comunicazione, gente che vede nelle donne siciliane una grande forza che aspetta solo che le sia data la possibilità di farsi vedere».

 

La Girl Geek Dinner Sicilia ha un numero di partecipanti limitato a cinquanta: chiunque può iscriversi tramite il form che sarà messo online due settimane prima dell'evento, e sarà tenuto a confermare la sua partecipazione tramite mail, qualora richiesto dal team organizzatore.

Gli uomini sono ammessi solo se invitati dalle partecipanti.

Foggia – Sabato 28 e Domenica 29 maggio 2011, oltre 1800 persone provenienti da Foggia e provincia parteciperanno all'Assemblea di ·Circoscrizione/Puglia 11 che si terrà nella· Sala delle Assemblee dei Testimoni di Geova a Bitonto in via Ganga di Lupo, contrada Patierno.

castello_di_Frontone

In occasione del decennale di apertura del castello, l’Amministrazione comunale, in collaborazione con la Pro Loco e altre associazioni del territorio, e il patrocinio della Regione Marche e della Provincia di Pesaro-Urbino, ha ideato una serie di eventi di notevole spessore, che spaziano in tutti gli ambiti culturali, per celebrare degnamente una delle date più importanti per la comunità frontonese e non solo.

Commenti

Potrebbero interessarti

Nessuna connessione internet